Sei in: Home » Articoli

Reddito di cittadinanza: sarà sul bancomat

Il reddito di cittadinanza verrà erogato sul bancomat. L'annuncio del viceministro dell'economia Laura Castelli
ragazzo con contante in mano indeciso se usare carta di credito
di Redazione – Il reddito di cittadinanza sarà erogato sul bancomat. Lo ha annunciato il viceministro dell'economia Laura Castelli (M5S). Così come avviene per il reddito di inclusione, ha rivelato la pentastellata, anche per il reddito di cittadinanza lo strumento con cui i beneficiari potranno spendere il contributo riconosciuto sarà il bancomat.

Almeno per ora, in futuro, come riporta Adnkronos, si vedrà se esistono i presupposti per erogare il contributo sulla tessera sanitaria con chip come annunciato nelle scorse settimane dal vice premier Luigi di Maio.

Reddito di cittadinanza come funziona

Da quel che si è appreso sinora sul reddito di cittadinanza, l'importo sarà destinato tutto ai consumi e dovrà spendersi negli esercizi commerciali italiani in modo da far crescere l'economia del paese. Al titolare del reddito, al quale verrà riconosciuta mensilmente una somma fino al raggiungimento dei 780 euro, sarà sufficiente presentare il bancomat all'esercente, il quale a mezzo di un software apposito riconoscerà il codice e scalerà la cifra dell'acquisto effettuato.

In tal modo non ci sarà scambio di denaro e i pagamenti saranno completamente tracciati. Il negoziante riceverà in giornata la cifra spesa dal singolo come avviene già oggi per gli altri acquisiti, mentre le banche di "acquirente e venditore non avranno visionato nulla".

Questa, dunque, al momento la soluzione individuata dal governo secondo il quale il bancomat sarebbe lo strumento migliore per controllare in che modo vengono spese le somme del reddito di cittadinanza e garantire la tracciabilità dei pagamenti e il versamento delle imposte.

(20/10/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Riforma prescrizione: tu cosa pensi? Partecipa al sondaggio
» Asili e case di riposo: in arrivo le telecamere
» Bruciare rami e sterpaglie è reato?
» Arriva il certificato di successione
» Inps: le somme pagate in più non vanno restituite

Newsletter f g+ t in Rss