Bonus telefono e internet 2018

La delibera n. 258/18/Cons dell'Agcom prevede il 50% di sconto sul canone e 30 minuti gratis di telefonate per chi ha un reddito annuo Isee inferiore a 8.112,23 euro. Guida al nuovo bonus per telefono e internet
borsellino a forma di telefono per risparmio

di Annamaria Villafrate - Sensibile al problema della povertà e alla necessità di consentire a tutti la possibilità di disporre di Internet, strumento indispensabile d'inclusione sociale, l'Agcom ha deliberato in favore delle famiglie con reddito Isee inferiore a 8.112,23 euro, la possibilità di presentare domanda per avere diritto allo sconto del 50% sul canone e a 30 minuti di telefonate gratuite verso i numeri fissi e mobili nazionali.

Aboliti alcuni requisiti preesistenti, per ottenere il diritto al bonus telefono e internet sarà necessario presentare la domanda (tramite la compilazione di un modulo prestampato, che verrà predisposto da Tim), corredata dall'Isee e avere un contratto telefonico. La delibera impone all'operatore una certa elasticità in fase di rinnovo, proroga e scadenza della agevolazione per evitare interruzioni del servizio.

Leggi: Al via bonus telefono e internet per chi ha Isee basso

Vediamo, dunque, cos'è, come funziona e come si presenta domanda per il bonus telefono e internet:


  1. Bonus telefono e internet: che cos'è?
  2. Perché è stato previsto il bonus telefono e Internet?
  3. Quali sono le novità rispetto alla disciplina precedente?
  4. Quali sono i requisiti richiesti per accedere al bonus?
  5. Bonus telefono e internet: solo con Tim?
  6. Cosa si deve fare per avere diritto al bonus telefono e internet?
  7. Bonus telefono e internet: decorrenza, rinnovo, scadenza
  8. Come si presenta la domanda per accedere al bonus

Bonus telefono e internet: che cos'è?

Il bonus telefono e internet, secondo quanto annunciato dall'Agcom in un comunicato stampa del 14 giugno, è uno sconto del 50% sul canone telefonico, che viene concesso ai cittadini con un Isee inferiore a € 8.112,23. Le famiglie a basso reddito che nel corso del 2018 stipuleranno o hanno in essere un contratto telefonico e internet a banda larga, potranno quindi presentare la domanda per il bonus, compilando il modulo apposito che verrà predisposto da Tim, in qualità di gestore del servizio universale.

Perché è stato previsto il bonus telefono e Internet?

Le ragioni per le quali è previsto il bonus internet e telefono, stando al comunicato stampa del 14 giugno sono le seguenti: "Il Consiglio dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha deciso di aggiornare ed estendere le agevolazioni per le famiglie in condizioni economiche disagiate che intendono sottoscrivere contratti di telefonia. Riconoscendo l'aggravarsi dell'incidenza della povertà in Italia negli ultimi anni, con il provvedimento firmato oggi, che ha visto quali relatori i Commissari Antonio Nicita e Francesco Posteraro, Agcom ha voluto fornire le più ampie garanzie di inclusione sociale a tutti i nuclei familiari che ricadono nella definizione di povertà relativa dell'Istat, per i quali il reddito annuale, come certificato dall'indicatore di situazione economica equivalente (Isee), risulta inferiore a 8.112,23 euro.

In tal modo, l'Autorità ha esteso a circa 2,6 milioni di nuclei familiari la possibilità di avvantaggiarsi delle agevolazioni, rimuovendo i precedenti vincoli che ne condizionavano l'accesso alla presenza nel nucleo familiare di anziani al di sopra dei 75 anni, di percettori di pensioni sociali o di invalidità, o di capifamiglia disoccupati. Agcom confida che la rimozione dei vincoli e la semplificazione delle procedure di accesso incoraggerà le famiglie economicamente disagiate ad avvalersi di questo importante strumento di inclusione sociale."

Quali sono le novità rispetto alla disciplina precedente?

Come emerge dal comunicato sono stati rimossi tutti i requisiti a cui era subordinata la concessione del bonus telefono e internet, ossia la presenza all'interno del nucleo familiare beneficiario di:

  • anziani di età superiore ai 75 anni;
  • percettori di pensioni d'invalidità;
  • capofamiglia disoccupati.

Non solo, oltre allo sconto preesistente del 50% sul canone di accesso alla rete telefonica, che dimezza il costo da € 19,00 a € 9,50, il nuovo bonus regala anche 30 minuti di telefonate verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali.

Quali sono i requisiti richiesti per accedere al bonus?

Eliminati i limiti suddetti, i requisiti necessari per la domanda bonus telefono e internet sono quindi soltanto due:

  • avere in corso un contratto telefonico o stipularlo con Tim;
  • essere titolari di un reddito inferiore € 8.112,23 soglia di reddito al di sotto del quale l'Istat considera il nucleo familiare in condizioni di povertà.

Bonus telefono e internet: solo con Tim?

Al momento il bonus internet e telefono è prevista per i contratti stipulati con Tim, perché unico operatore incaricato del servizio universale. L'autorità tuttavia, ritenendo internet uno strumento irrinunciabile di inclusione sociale, come precisato nella delibera n. 258/18/Cons "ritiene opportuno confermare il proprio auspicio, espresso anche in sede di consultazione pubblica, che anche altri operatori, differenti da quello incaricato di offrire il SU, formulino - in un contesto di mercato libero - ai titolari di condizioni economiche agevolate per i servizi inclusi nel SU, offerte ad hoc per il servizio di accesso ad Internet a banda larga."

Non solo, come si legge nel comunicato "l'Autorità ha voluto inoltre assicurare agli utenti che beneficiano delle agevolazioni la possibilità di trovare sul mercato offerte di servizi Internet disgiunte da ogni altro servizio. La presenza quasi esclusiva sul mercato di offerte voce e dati congiunte, difatti, impedirebbe ai beneficiari delle agevolazioni di acquistare il solo servizio addizionale di accesso ad Internet di cui necessitano, scoraggiando, in ultima analisi, l'accesso alle agevolazioni." Insomma deve essere data la possibilità di poter acquistare anche il solo servizio internet, disgiuntamente da altri, come quello voce.

Cosa si deve fare per avere diritto al bonus telefono e internet?

Le modalità di presentazione della domanda per accedere al bonus telefono e Internet sono stabilite dall'art. 5 della delibera n. 258/18/Cons, secondo il quale:

  • l'utente che richiede l'agevolazione deve presentare "al soggetto incaricato di fornire il Servizio Universale, attualmente la Società Tim S.p.A., idonea istanza corredata dall'indicatore Isee";
  • "l'agevolazione potrà essere richiesta per una sola utenza, che può identificarsi in un nuovo contratto o in uno già in essere: in quest'ultimo caso, la richiesta a TIM dovrà essere effettuata dall'intestatario del contratto telefonico".

Bonus telefono e internet: decorrenza, rinnovo, scadenza

Sempre secondo quanto stabilito dall'art. 5 della delibera n. 258/18/Cons:

  • l'agevolazione decorre dalla data in cui è stata effettuata la presentazione della domanda e dell'indicatore Isee e termina con la scadenza della validità dello stesso.
  • "Nel caso di richiesta di rinnovo dell'agevolazione, questa si effettua tramite idonea istanza corredata dal certificato dell'indicatore del reddito Isee;
  • Al fine di non interrompere l'erogazione dell'agevolazione alla sua scadenza, ed in attesa della richiesta di rinnovo, Tim proroga automaticamente l'agevolazione di almeno un ciclo di fatturazione. L'eventuale restituzione delle somme dovute dal cliente in caso di mancata presentazione dell'istanza di rinnovo, o di insussistenza dei requisiti richiesti, avviene con il ciclo di fatturazione successivo alla conclusione delle procedure di gestione dell'istanza di rinnovo.
  • Tim provvede a rammentare al beneficiario dell'agevolazione la scadenza della stessa, tramite apposita comunicazione scritta da inserire nelle fatture precedenti la scadenza dell'agevolazione con un preavviso di almeno due cicli di fatturazione."

Come si presenta la domanda per accedere al bonus

Occorrerà attendere ancora qualche giorno, per consentire a Tim di redigere un modello aggiornato del modulo di domanda per la richiesta dei bonus telefono e internet. Secondo il comma 2 dell'art. 6 della delibera n. 258/18/Cons infatti "Tim provvede a pubblicare nella sezione del proprio sito Internet di cui al comma precedente moduli precompilati e di facile comprensione per l'utente, utili ai fini della presentazione dell'istanza di cui all'articolo 5, comma 1 e 4".

Agcom Delibera n. 258-18-Cons
(29/06/2018 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Gratuito patrocinio: se il ricorso è inammissibile addio compenso all'avvocato
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stralcio debiti sotto mille euro: la prima sentenza
» Stop al divieto delle due lauree
» Quota 100: in pensione prima ma con assegno pi leggero

Newsletter f g+ t in Rss