Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Multe Svizzera: come inviare le generalitÓ

Chi commette un'infrazione stradale in Svizzera, volendo estinguerla deve attenersi ad alcune formalitÓ
autovelox multe contravvenzioni
Avv. Francesco Pandolfi - Ne abbiamo parlato pi¨ di una volta: chi riceve la comunicazione dalla Polizia Cantonale (pensiamo al Cantone del Ticino, come esempio) relativa alla violazione alla Legge sulla circolazione stradale 19.12.58 per eccesso di velocitÓ del veicolo, rispetto ai limiti imposti su un tratto viario specifico, deve adempiere ad alcune formalitÓ.

A meno che non voglia evitare di rispondere alle richieste dell'AutoritÓ: scelta senza dubbio ammissibile e, per certi versi, anche comprensibile, ma pericolosa.
Pericolosa perchŔ quel reparto della stradale non si fermerÓ di fronte ad un rifiuto sulla comunicazione e andrÓ avanti per reperire i dati del conducente responsabile.

L'infrazione

Dunque, se si sceglie di raccogliere l'invito alla comunicazione dei dati, o meglio, delle generalitÓ del conducente responsabile dell'infrazione, la prima cosa da fare Ŕ controllare che tipo di infrazione viene riportata sulla comunicazione di apertura della pratica.
Nel caso sia riportata l'infrazione per superamento della velocitÓ autorizzata, appurare quale sia il tratto di strada in questione, la data, l'orario e il tipo di autovelox installato.
E' bene sapere che in Svizzera, agli autovelox presegnalati si accompagnano in alcune zone anche autovelox che non richiedono per legge la c.d. presegnalazione.
Se si decide di sapere quale tipo di autovelox ha registrato l'infrazione, si pu˛ inviare una richiesta alla Sezione Tecnica della Gendarmeria.


Come inviare le generalitÓ

Solitamente i dati richiesti sono pochi ed essenziali e si riferiscono essenzialmente all'anagrafica della persona responsabile dell'infrazione.
Per una questione di comoditÓ e semplicitÓ nell'evasione della pratica, il foglio di comunicazione spedito dalla polizia contiene anche una sezione per la raccolta e la trasmissione di questi dati.
A questo proposito, il consiglio Ŕ di trasmetterli via mail, magari scannerizzando la scheda debitamente compilata e restando in attesa di un messaggio di risposta che ne confermi l'avvenuta ricezione.
Portato a termine questo adempimento, attendere la notifica dell'importo per le spese da pagare (in caso di violazione che porti anche alla sanzione penale si tratterÓ di un doppio importo, riguardante sia la parte amministrativa della pratica sia la parte propriamente penale).
E' bene precisare che:
1) la fase della comunicazione delle generalitÓ Ŕ il primo passo (c'Ŕ poi la fase dell'elaborazione e quantificazione degli importi, la fase amministrativa, la fase penale) per portare a conclusione la pendenza con l'AutoritÓ,
2) esiste sempre la facoltÓ accordata alla persona interessata di nominare un difensore che segua, in forza di un mandato, ogni singolo segmento della pratica: a questo proposito va detto che la Polizia accetta di buon grado di interloquire con un avvocato, non fosse altro per la sintonia tecnica tra le parti che, per conseguenza, finisce per tradursi in un vantaggio pratico per il cliente che si affida.


Altre informazioni su questo argomento?
Contatta l'Avv. Francesco Pandolfi
3286090590
avvfrancesco.pandolfi66@gmail.com
Francesco Pandolfi
E-mail: francesco.pandolfi66@gmail.com - Tel: 328.6090590
Recapiti: Via Giacomo Matteotti 147, 4015 Priverno LT
Si occupa principalmente di Diritto Militare in ambito amministrativo, penale, civile e disciplinare ed Ŕ autore di numerose pubblicazioni in materia.
Altre informazioni su questo argomento? Richiedi una consulenza all'Avv. Pandolfi
(12/06/2018 - Avv.Francesco Pandolfi)
In evidenza oggi:
» Inps: medici pagati in pi¨ se tagliano prestazioni e invaliditÓ
» Benzina: ecco le nuove sigle
» Multe e bollo auto: fino a mille euro debiti cancellati
» Giudici onorari minorili: ecco il bando, domande fino al 9 novembre
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f g+ t in Rss