Sei in: Home » Articoli

Rottamazione cartelle: sito in tilt, serve proroga

L'unione dei commercialisti chiede una proroga dei termini per aderire alla rottamazione delle cartelle, attesi anche i problemi ad accedere alla piattaforma dell'Agenzia delle Entrate
orologio che segna ritardo
di Redazione – Una proroga per la rottamazione delle cartelle che scadrà domani 15 maggio- è quanto invocano i commercialisti, anche per via del "tilt" della piattaforma dell'Agenzia delle Entrate, quando "mancano ancora solo 48 ore" al termine per le adesioni.

"Già in passato avevamo denunciato che i contribuenti si trovano a dover affrontare i limiti di un percorso di digitalizzazione imposto dal legislatore" sottolinea il presidente dell'Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili (Ungdcec), Daniele Virgillito. "Purtroppo per l'ennesima volta - aggiunge - ci troviamo a dover registrare che a ogni scadenza fiscale, la macchina amministrativa si dimostra impreparata ad affrontare e gestire il notevole afflusso di dati".

L'unione ha già sottolineato in passato il "sovraccarico" della piattaforma e degli uffici impegnati nell'operazione rottamazione. Ad oggi, un anno dopo, evidenziano i commercialisti, nulla è cambiato. Da qui, la necessità di una proroga dei termini per l'invio dei documenti, non come "concessione – bensì sottolinea Virgillito – come atto dovuto, per permettere ai professionisti di fare fronte a una macchina amministrativa dimostratasi ancora una volta poco organizzata".

(14/05/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione
» Bestemmia: multa solo per chi offende Dio
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss