Sei in: Home » Articoli

Uranio, commissione inchiesta: giustizia negata alle vittime

Gravi le criticità evidenziate dalla relazione finale sull'attività svolta dalla commissione parlamentare d'inchiesta sull'uranio
barili di uranio con segno di pericolo

di Redazione - "Grazie alle penetranti metodologie investigative adottate – la commissione sull'uranio ha scoperto - dietro le rassicuranti dichiarazioni rese dai vertici dell'Amministrazione della Difesa e malgrado gli assordanti silenzi generalmente mantenuti dalle Autorità di Governo pur esplicitamente sollecitate, le sconvolgenti criticità che in Italia e nelle missioni all'estero hanno contribuito a seminare morti e malattie tra i lavoratori militari del nostro Paese". È quanto evidenzia la relazione finale sull'attività svolta dalla commissione parlamentare d'inchiesta sull'uranio, relatore Gian Piero Scanu.

Uranio: la relazione della commissione d'inchiesta

Un'opera che mette in luce "risultati devastanti" e che risulta "preziosa, ove si tenga presente – denuncia la relazione - che malauguratamente non appaiono sistematici gli interventi della magistratura penale a tutela della sicurezza e della salute del personale dell'Amministrazione della Difesa".

Nell'Amministrazione della Difesa – prosegue ancora il testo – "continua a diffondersi un senso d'impunità quanto mai deleterio per il futuro, l'idea che le regole c'erano, ci sono e ci saranno, ma che si potevano, si possono e si potranno violare senza incorrere in effettive responsabilità". Ma quel che è ancora "peggio – si evidenzia è che - dilaga tra le vittime e i loro parenti un altrettanto sconfortante senso di giustizia negata".

"Molteplici e temibili", infine, sono a detta della Commissione "i rischi a cui sono esposti lavoratori e cittadini nelle attività svolte dalle Forze Armate, ma anche dalla Polizia di Stato e dai Vigili del Fuoco".

(07/02/2018 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Costi occulti nella telefonia mobile: come difendersi?
» Affido condiviso: sì alla shared custody dei figli
» Privacy: da oggi in vigore il Gdpr, ecco la guida per gli avvocati
» Amministratore di condominio in giudizio senza l'autorizzazione assembleare
» Privacy: da domani al via Gdpr in tutta Ue


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss