Sei in: Home » Articoli
 » Bollette

Bollette: più tutele per i consumatori nel 2018

L'Autorità per l'energia il gas e il sistema idrico accoglie anche il settore rifiuti e si trasforma in Arera. Lo sportello dei consumatori si estende anche al settore idrico
consumatori che si rivolgono a servizio clienti online

di Gabriella Lax - L'Aeegsi, "Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico", diventa Arera, "Autorità di regolazione per energia reti e ambiente". A stabilirlo, come riporta il sito dell'Autorità energia, la legge di bilancio 2018 che ha attribuito all'authority compiti di regolazione anche nel settore dei rifiuti.

L'Authority infatti è stata investita di compiti in tale settore «da esercitare con gli stessi poteri e quadro di principi finora applicati negli altri settori già di competenza dell'Autorità (elettricità, gas, sistema idrico integrato e teleriscaldamento), come fissati dalla propria legge istitutiva, la n.481 del 1995», trasformandone il nome in Arera.

Arera, nascita ed obiettivi

L'obiettivo voluto dalla legge di bilancio di previsione 2018, è quello di «migliorare il sistema di regolazione del ciclo dei rifiuti, anche differenziati, urbani e assimilati, per garantire accessibilità, fruibilità e diffusione omogenee sull'intero territorio nazionale nonché adeguati livelli di qualità in condizioni di efficienza ed economicità della gestione, armonizzando gli obiettivi economico-finanziari con quelli generali di carattere sociale, ambientale e di impiego appropriato delle risorse, nonché di garantire l'adeguamento infrastrutturale agli obiettivi imposti dalla normativa europea, superando così le procedure di infrazione già avviate con conseguenti benefici economici a favore degli enti locali interessati da dette procedure».

Dunque dal primo gennaio sono iniziate le necessarie attività funzionali per dare operatività delle nuove competenze in termini di modifiche organizzative e gestionali. In un momento successivo, sarà avviata una prima ricognizione della situazione fattuale del settore e della segmentazione delle singole attività nel ciclo dei rifiuti.

Sportello consumatori: esteso anche al settore idrico

Inoltre dal 1° gennaio 2018 lo 'Sportello per il consumatore di energia' dell'Autorità, istituito nel 2009 e gestito con l'avvalimento di Acquirente Unico, estende i suoi servizi anche al settore idrico (delibera 900/2017/E/idr) e si chiamerà: 'Sportello per il consumatore Energia e Ambiente'. Gli utenti del settore idrico in questa prima fase potranno rivolgersi allo sportello solo per informazioni sul bonus sociale idrico appena varato. I servizi forniti verranno poi sviluppati progressivamente, sul modello di quelli già forniti per il settore elettrico e gas.

(10/01/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Sì al pernotto dal papà anche se la mamma non vuole
» Manovra e decreto fiscale: le novità punto per punto
» Poste Italiane: 7.500 assunzioni nel 2019
» Gestione Separata INPS: stop iscrizioni d'ufficio?
» Buche sul manto stradale: la responsabilità del Comune e dei conducenti

Newsletter f g+ t in Rss