Sei in: Home » Articoli
 » Bollette

Bollette care o sbagliate: dal 1° gennaio arriva la nuova tutela

Dal 1° gennaio 2018 è possibile il ricorso all'Aeegsi, con risparmio di tempo e denaro per i consumatori
Uomo stressato

Avv. Isabella Vulcano - Problemi con bollette di energia elettrica, gas e sistema idrico? Dal 1° gennaio 2018 è possibile il ricorso all'Autorità Garante (AEEGSI), risparmiando tempo e denaro.

Uno dei problemi più sentiti dai consumatori, infatti, è quello relativo alle bollette per l'utenza di energia elettrica, gas e sistema idrico relativamente a fatture mai inviate, consumi esorbitanti e molto altro.

Tentativo di conciliazione obbligatorio da gennaio

Dal gennaio 2017, come noto, è divenuto obbligatorio il tentativo di conciliazione per le vertenze luce, gas e sistema idrico che consente ai consumatori di ottenere – nella maggior parte dei casi- la soluzione del problema in tempi brevi con minori spese rispetto al procedimento giudiziale.

Bollette: dal 2018, arriva la nuova tutela

La novità è che, a partire dal primo gennaio 2018 si avvierà un ulteriore livello di tutela stragiudiziale per il consumatore, ovvero la possibilità di ricorrere all'Autorità Garante per l' Energia Elettrica ed il Sistema Idrico (AEEGSI), qualora il tentativo di conciliazione di cui sopra non dovesse andare a buon fine.

L'AEEGSI, pertanto, si occuperà della risoluzione del problema tra utente e gestore allo scopo di evitare una causa con conseguenti lungaggini e costi maggiori.

Come previsto nella delibera 639/2017/E/COM del 21 settembre 2017, grazie al ricorso dinanzi all'AEEGSI, verrà attivato un terzo livello di tutela per il consumatore, dal momento che il primo livello è costituito dal reclamo scritto nei confronti del gestore e che, in caso di risposta negativa o non data, scatta il secondo livello di tutela che è dato dall'esperimento del tentativo obbligatorio di conciliazione.

Leggi anche: Bollette: da gennaio controversie decise dall'Aeeg


Isabella Vulcano
Pagina Facebook: Avv. Isabella Vulcano
E-mail: i.vulcano@virgilio.it - Tel: 347.4345264
Indirizzo: Via E.Sorrentino 10, Rossano (Italia)
(01/10/2017 - Avv.Isabella Vulcano)
In evidenza oggi:
» Processo civile: nullo il giudizio se l'atto introduttivo è notificato in maniera incompleta
» Diritto all'immagine: scatta il risarcimento per la foto pubblicata senza consenso
» Lavoro: da domani in vigore le nuove regole sulle visite fiscali
» Eredità: la ripartizione dei debiti tra gli eredi
» CTU: la consulenza tecnica d'ufficio nel processo civile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss