Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Autovelox: niente multa se non si sa quale auto andava troppo veloce

Se le foto ritraggono più di un veicolo ma non è chiaro chi ha commesso la violazione, l'ordinanza ingiunzione prefettizia va annullata
tachimetro che segna alta velocità

di Valeria Zeppilli – Se le immagini catturate dall'autovelox e sulla base delle quali viene riscontrato un eccesso di velocità ritraggono più di un veicolo, nessuno dei due potrà essere sanzionato se non è chiaro chi abbia effettivamente oltrepassato il limite transitando dinanzi all'apparecchio.

Del resto, come ricordato dall'articolo 7 del decreto legislativo numero 150/2011, quando le prove non sono sufficienti a dimostrare la responsabilità dell'opponente il giudice è tenuto ad accogliere l'opposizione.

Proprio tale norma è stata richiamata dal Giudice di pace di Oristano nella sentenza numero 389/2016 (qui sotto allegata), per accogliere le doglianze di una società, proprietaria del mezzo multato e difesa dall'Avv. Roberto Jacovacci, che lamentava che nelle foto rilasciate dagli accertatori e scattate tramite l'autovelox erano ritratte due auto (una sulla corsia di sorpasso, l'altra nella corsia di marcia ordinaria), senza che però fosse stato possibile comprendere a quale di esse andava attribuita la velocità illegittima o se, addirittura, la stessa fosse stata tenuta da entrambe.

Illegittimo utilizzo autovelox

In tal modo, il Giudice di pace ha annullato l'ordinanza ingiunzione prefettizia senza dover entrare nel merito delle altre eccezioni sollevate dal ricorrente, che aveva contestato anche l'illegittimità del provvedimento impugnato per violazione della circolare numero 300/A/4745/15/144/5/20/5, l'illegittimo utilizzo dell'autovelox per mancata taratura in centri SIT, l'assenza del cartello mobile di preavviso e di segnali temporanei e dispositivi luminosi, la mancata contestazione immediata, l'inadeguata visibilità degli Agenti di polizia, l'assenza dell'indicazione del decreto prefettizio autorizzativo della contestazione differita e l'affidamento a privati della redazione, della sottoscrizione e della spedizione del verbale.

Il giudice ha lasciato trasparire tra le righe alcune perplessità su talune delle predette eccezioni, ma non importa: le auto ritratte sono due e non risulta quale di esse andava troppo veloce. Tanto basta per non pagare la sanzione.

Si ringrazia il Consulente Tecnico Investigativo Giorgio Marcon per la cortese segnalazione

Giudice di pace di Oristano testo sentenza numero 389/2016
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(23/11/2017 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multa: possibile l'annullamento in autotutela?
» Avvocati: fino a tremila euro per la formazione
» L'assegno sociale
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in più?
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF