Sei in: Home » Articoli

Arrivano le strisce pedonali in 3D

L'idea delle strisce tridimensionali già presente all'estero, ma anche in qualche comune italiano, ha dimostrato di essere molto efficace
pedoni attraversano veloci sulle strisce

di Gabriella Lax - Strisce pedonali in 3d? L'idea non è nuova ma sicuramente ha dimostrato di essere efficace. A dare man forte a dissuasori, dossi artificiali e semafori in molti paesi ecco le strisce tridimensionali.

Cosa sono le strisce pedonali in 3D

Le strisce in 3D, collocate nei pressi di scuole, ospedali o luoghi in cui è previsto comunque l'attraversamento pedonale, generano, soprattutto a distanza, l'effetto ottico di un dosso e, di conseguenza, l'automobilista è indotto a rallentare perché le strisce, da lontano, sembrano blocchi di cemento. Oltretutto hanno il pregio di costare poco. Non servono lavori stradali invasivi per realizzarle, non servono pali o semafori e il decoro visivo del luogo ne guadagna. Le strisce, con motivi e disegni e colori vari, possono integrarsi su qualsiasi tipo di asfalto e, al riguardo, la manodopera è limitata.

Le strisce in 3d in Islanda

L'ultima cittadina a dotarsene è stata Isafjordur, in Islanda, dove è stata adottata una segnaletica tridimensionale per convincere gli automobilisti a sollevare il piede dall'acceleratore in prossimità dei tratti di strada più pericolosi. Lo stesso sistema è usato in India. Nel paese con la più alta percentuale di vittime stradali, Nitin Gadkari, il ministro dei trasporti ha avuto l'idea di realizzare un trompe-l'oeil di strisce pedonali per farle sembrare tridimensionali e sospese sopra il livello stradale agli occhi degli automobilisti. In Usa, Russia e Cina le strisce tridimensionali oggigiorno, poi, non sono più una novità.

Strisce 3d: anche in Italia

Ma anche l'Italia non è nuova a questo sistema. Già adottato a Bologna e Vimercate, presto, considerata l'efficacia ed i bassi costi, potrebbe essere impiegato da altri comuni.

(02/11/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» La cambiale - Guida Legale
» Aspettativa non retribuita: cos'è e come si ottiene
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Le diverse tipologie di servitù
» Rischia il carcere senza condizionale il padre che non mantiene i figli
In evidenza oggi
Cassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessualeCassazione: lei ci sta poi ci ripensa? Resta grave la violenza sessuale
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF