Sei in: Home » Articoli

Unioni civili: il primo divorzio a Savona

Arrivano i primi casi di scioglimento delle unioni nate dopo la legge Cirinnà. Ecco come funziona il divorzio nelle unioni civili
cuore spezzato su sfondo arcobaleno concetto divorzio gay

di Gabriella Lax - Con le gioie arrivano anche i dolori. E dopo aver celebrato le conquiste della legge Cirinnà che disciplina le unioni civili, arrivano anche i primi casi di divorzio.

Unioni civili: la prima sentenza di divorzio

La prima sentenza di divorzio nel campo delle unioni civili è stata emessa nei giorni scorsi dalla sezione civile del tribunale di Savona. I due coniugi, uno straniero e l'altro residente in un paese del ponente savonese, si erano sposati lo scorso anno, dopo qualche mese però il sogno d'amore dei due omosessuali è naufragato, pare per difficoltà di rapporti e convivenza.

Così i due uomini si sono presentati davanti ai giudici del tribunale per mettere la parola fine al matrimonio ed avviare tutte le pratiche previste dalla Cirinnà in tema di regime patrimoniale all'interno della coppia.

Come funziona il divorzio nelle unioni civili

Si ricorda che, in virtù di quanto previsto dalla legge numero 76/2016, ognuno dei partner è libero di chiedere il divorzio in qualsiasi momento, anche se l'altro non è d'accordo. Serve però formalizzare lo scioglimento del legame. Le unioni civili possono sciogliersi in modo più veloce poiché non serve passare per la formale separazione, ma è sufficiente che i partner comunichino all'ufficiale di stato civile, anche disgiuntamente, la loro intenzione di dividersi. Dopo tre mesi da questo passaggio si potrà proporre domanda di divorzio.

Le possibilità di arrivare al divorzio si uniformano a quanto l'ordinamento italiano stabilisce per il matrimonio: procedere in tribunale, davanti al sindaco o ricorrendo alla negoziazione assistita da avvocati. Al soggetto della coppia economicamente più debole può essere riconosciuto il diritto agli alimenti posti a carico dell'altro e l'assegnazione della casa.

In alcuni casi, tuttavia, l'unione civile si scioglie automaticamente: non solo nelle ipotesi in cui il partner muoia o sia dichiarata la sua morte presunta, ma anche nell'ipotesi di rettifica di sesso da parte di uno dei due compagni. Contrariamente a quanto avviene per il matrimonio, si segnala che per le coppie unite da un'unione civile non è possibile chiedere lo scioglimento della stessa in maniera semplificata rispetto all'iter normale in caso di mancata consumazione del rapporto.

Per approfondimenti vai alla guida Il divorzio nelle unioni civili

(01/08/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» I figli hanno l'obbligo di mantenere i genitori?
» Omicidio stradale e guida in stato di ebbrezza: unico reato
» I figli hanno l'obbligo di mantenere i genitori?
» Auto carica di bagagli? Multe fino a 338 euro
» Arriva il decreto dignità


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss