Sei in: Home » Articoli

Migranti: arriva il decalogo per le Ong

Via libera dalla Ue al codice di condotta per le organizzazioni non governative sui soccorsi nel Mediterraneo
barcone di migranti che ricevono soccorsi in mare

di Gabriella Lax - Sul tema dei soccorsi in mare ai migranti, dallʼUnione Europea arriva il via libera al codice di condotta per le Ong. Si tratta di un vero e proprio decalogo di regole da seguire che prevede in caso di mancata sottoscrizione da parte delle Ong il divieto di attracco nei porti italiani.

Le regole discusse a Bruxelles

La decisione č stata presa qualche giorno fa a Bruxelles, nel corso di un incontro a cui ha partecipato una delegazione italiana, rappresentanti di Frontex e della Commissione europea. Il tavolo di lavori ha permesso di condividere un testo che contempla regole precise che permetteranno di disciplinare l'attivitā svolta dalle organizzazioni umanitarie nel Mediterraneo centrale. 

Il decalogo per le Ong sui soccorsi dei migranti

Si tratta di un decalogo con indicazioni precise, tra cui il divieto di entrare in acque libiche e quello di trasferimento di persone soccorse su altre navi. Ancora: dichiarazioni delle fonti di finanziamento, regolamentazione dei segnali luminosi, possesso di certificazioni di idoneitā tecnica e obbligo di trasmettere alle autoritā italiane informazioni utili alle indagini. 

L'l'Ue ha espresso compiacimento, sottolineando come tale iniziativa sia stata giā accolta con favore nel Consiglio dei ministri dell'Interno di Tallinn, e che presto le norme guida saranno inserite nel piano di azione dell'Unione europea.

(17/07/2017 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Quali sono i beni che non si possono pignorare?
» Cassazione: litigare davanti ai figli č reato
» Buoni fruttiferi postali cointestati: basta autocertificazione per rimborso?
» Le misure cautelari
» Cassazione: litigare davanti ai figli č reato


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss