Sei in: Home » Articoli

Processo civile telematico: notifica valida anche per chi non apre la pec

Per la Cassazione, la notifica Ŕ fondata sul principio della conoscibilitÓ dell'atto e non rileva la mancata apertura della pec
mano che tiene busta simbolo mail

di Redazione - Non aprire la pec, o aprirla tardivamente, non rileva ai fini della validitÓ della notifica, la quale Ŕ basata sul principio di conoscibilitÓ dell'atto secondo il criterio di ordinaria diligenza del destinatario. Lo ha stabilito la Cassazione, con l'ordinanza n. 7390/2017, depositata il 22 marzo scorso (qui sotto allegata), rigettando il ricorso proposto da una societÓ avverso il rigetto della corte d'appello del reclamo proposto contro la sentenza dichiarativa di fallimento emessa dal tribunale.

La societÓ proponeva ricorso per cassazione lamentando la nullitÓ della sentenza in virt¨ del fatto che il giudizio prefallimentare si era svolto in assenza di contraddittorio, attesa l'inidoneitÓ della notifica del ricorso e del decreto di convocazione a mezzo pec "a garantire un effettivo esercizio del diritto di difesa".

Ma per gli Ermellini le doglianze sono infondate.

La notifica del ricorso di fallimento e del decreto di fissazione, pacificamente avvenuta a mezzo PEC, nei termini previsti, ma conosciuti dalla societÓ solo dopo la data della comparizione, giacchŔ la stessa aveva tardivamente provveduto all'effettiva apertura della casella di posta certificata, precisano, infatti, "non compromette il diritto di difesa della fallenda atteso che, come correttamente osservato dalla Corte territoriale, sia la notifica al domicilio sia quella telematica si fondano sullo stesso principio di fondo che Ŕ quello della conoscibilitÓ dell'atto secondo un criterio di ordinaria diligenza del destinatario (circa il costante controllo degli atti ricevuti presso il domicilio reale o telematico)".

Da qui il rigetto del ricorso e la condanna alle spese di giudizio.

Cassazione, ordinanza n. 7390/2017
(24/03/2017 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multe fino a 425 euro per chi getta rifiuti dal finestrino
» Basta impedire al padre di vedere il figlio per due giorni per commettere reato
» La chiusura delle indagini preliminari
» WhatsApp, cambiamenti e novitÓ in arrivo
» Processo civile: le decisioni "a sorpresa" del giudice

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss