Sei in: Home » Articoli
 » Multe

Cellulare alla guida: la multa ora arriva con l'elicottero

Usato a Firenze in una maxioperazione per scovare le violazioni del codice della Strada, il sistema č giā stato sperimentato in Spagna da tempo
uomo scatta foto da elicottero

di Gabriella Lax - Multe che "piovono" dall'alto grazie all'elicottero in grado di scattare foto anche ad un chilometro di distanza. Tale innovativo sistema di rilevazione delle infrazioni si chiama "Pegasus" ed č stato sperimentato giā da tempo in Spagna, dove č impiegato in prevalenza sulle strade statali. Il sistema, realizzato dalla canadese Wescam in collaborazione con il Centro espaņol de metrología e la Direcciķn general de trāfico, funziona utilizzando un sensore radar montato direttamente sugli elicotteri, che pattugliano le strade per intercettare e bloccare i guidatori imprudenti. Nello specifico, sul mezzo sono montate due telecamere che inquadrano il veicolo da sanzionare e la sua targa. I sensori calcolano la velocitā fino a 360 km/h a un'altezza di 300 metri dal suolo, fino a un chilometro di distanza dal mezzo. Una volta registrata l'infrazione, questa viene inviata automaticamente al centro elaborazione dati e da qui al contravventore. Dai dati registrati, sembra che la sperimentazione funzioni: il tasso di infrazioni rilevate in relazione ai veicoli controllati č risultato infatti molto pių alto dei radar fissi: 17% contro 3,5%. Su 8500 veicoli controllati dal primo elicottero in un anno, in 428 ore di volo sono stati sanzionati 1.441 guidatori.

Nonostante la spending review, Pegasus potrebbe presto sorvolare anche il cielo italiano, quale utile impiego contro i trasgressori. 

Nel frattempo, come riportato da Il Giornale, proprio in questi giorni a Firenze, č stata realizzata una operazione che ha messo in campo una vera e propria task force, tra centauri, cani, auto-civetta, pattuglie ed elicotteri, appunto, proprio per beccare le infrazioni al codice della strada

La maxioperazione, che ha visto la collaborazione tra polizia e fiamme gialle, destinata anche a bloccare flussi illegali di merci dai caselli autostradali, ha portato al controllo di 156 auto e all'identificazione di 185 persone, con 36 infrazioni rilevate (e 20 punti decurtati dalle patenti), tra cui quelle per l'uso del telefono alla guida, rilevate grazie alle segnalazioni dell'auto civetta all'elicottero dell'8° reparto volo della Polizia.

(18/11/2016 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Arriva il Codice dei diritti degli animali
» Processo civile telematico: le novitā in vigore da oggi
» Stop a Sim con servizi attivati e non richiesti
» Pensione invaliditā solo ai residenti in Italia
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss