Sei in: Home » Articoli

Le agenzie di recupero crediti

Cosa sono, come funzionano ed entro quali limiti possono operare
uomo che scrolla altro uomo a testa in giù simbolo di debiti fallimento

Le società di recupero crediti sono società private, che vengono contattate dagli imprenditori o dagli uffici pubblici per esigere un credito non ancora estinto dal debitore. Essendo società private, tutti i suoi dipendenti (inclusi i cosiddetti "agenti di riscossione") non rivestono un ruolo di pubblico ufficiale nell'esercizio delle loro funzioni, cosa che accade, invece, con gli ufficiali giudiziari.

Questo significa che la regolamentazione riguardante il comportamento di queste agenzie è molto stringente, completamente differente dal meccanismo di riscossione dei crediti effettuabile da un ufficiale giudiziario nei casi previsti dal nostro ordinamento.

Scopriamo ora, nello specifico, il funzionamento delle agenzie di recupero crediti.

Funzionamento del recupero crediti

Le agenzie di recupero crediti intervengono per via stragiudiziale, solo in caso di segnalazione di un'azienda i cui crediti non siano ancora stati riscossi.

Dopo la segnalazione, viene inviato al debitore un sollecito di pagamento via raccomandata. Se questo sollecito non sortisce l'effetto desiderato (ossia se il debitore non effettua il pagamento dovuto) si passa al sollecito telefonico e, nei casi più ostici, sino ad una visita dell'agente di riscossione presso il domicilio del debitore, per sollecitare nuovamente il pagamento.

Se il debitore è collaborativo, si tenterà quindi di elaborare una soluzione di pagamento che sia consona alla situazione finanziaria del debitore stesso.

Se il debitore si dimostra non collaborativo e non manifesta la sua momentanea ed oggettiva impossibilità ad effettuare il pagamento richiesto verrà quindi inviata un'ultima raccomandata, quella della messa in mora, per via raccomandata A/R. Questa raccomandata potrà essere utilizzata per iniziare una procedura presso il tribunale locale e, per essere valida a fini legali, dovrà contenere:

· Indicazione del termine entro cui procedere (solitamente 15 o 30 giorni)

· Data di invio della lettera

· Ammontare e data di insorgenza del credito

· Causa del credito

Questo tipo di mediazione, detta anche negoziale, mira ad un'estinzione totale o parziale del debito. Il ricorso alle agenzie di recupero crediti viene effettuato solitamente da quelle aziende che, a causa della loro estensione o a causa della tipologia di servizi offerti, non possono gestire internamente i propri crediti, come ad esempio le compagnie telefoniche. Come già indicato, esistono limiti ben precisi all'operato delle agenzie di recupero crediti: vediamoli ora.

Limiti d'azione delle agenzie di recupero crediti

L'azione delle agenzie di recupero crediti è sottoposta a limiti stringenti, in modo che non possa apportare danni di nessun tipo al cittadino debitore.

Innanzitutto essa deve ispirarsi a norme di buonsenso, alle quali si affiancano quelle a tutela della riservatezza dei soggetti con i quali vengono in contatto.

Così, le agenzie devono astenersi dall'utilizzare telefonate di sollecito pre-registrate e devono servirsi di un numero visibile al cittadino.

Tutti i dati personali del debitore in possesso dell'agenzia devono inoltre essere cancellati dopo l'estinzione del debito, per garantirne la privacy.

Sono vietate le affissioni delle notifiche di pagamento, così come i messaggi in segreteria o l'invio di plichi postali che contengano, in evidenza, diciture quali "recupero credito", per evitare qualunque danno d'immagine al cittadino debitore che voglia mantenere intatta la propria privacy.

Obblighi dei cittadini nei confronti delle società di recupero crediti

Come già detto, gli esattori e gli impiegati delle agenzie di recupero credito sono privati cittadini.

Di conseguenza non esiste alcun tipo di obbligo da parte dei cittadini nei loro confronti. Ovviamente esclusi quelli di comune buonsenso. 


Vai anche al vademecum pubblicato dal Garante della privacy sulle nuove regole cui devono attenersi le società di recupero crediti



(14/06/2016 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Multa: possibile l'annullamento in autotutela?
» Avvocati: fino a tremila euro per la formazione
» L'assegno sociale
» Tredicesima: a chi spettano i 154 euro in più?
» Il disconoscimento di paternità - guida con fac-simile


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF