Sei in: Home » Articoli

Studi di settore: presto l'addio

Entro l'estate previsto il superamento secondo quanto annunciato dal viceministro Casero al convegno nazionale dei commercialisti
gruppo di avvocati
di Valeria Zeppilli – Da quanto sembra, gli studi di settore dovrebbero diventare presto solo un ricordo per i professionisti: tra gli interventi fiscali previsti per la prossima estate, infatti, è in programma anche il loro superamento. O quanto meno un deciso "restyling", come lo ha definito il viceministro dell'Economia, Casero, durante il convegno nazionale dei Commercialisti su fisco e partecipate svoltosi a Torino la scorsa settimana.

Si conferma, insomma, la prosecuzione di un lavoro già da qualche tempo in corso (leggi: "Avvocati e professionisti: addio agli studi di settore").

Ma le richieste dei professionisti, sulle quali il Governo e l'amministrazione finanziaria stanno mostrando notevoli aperture, sono anche altre.

La sospensione feriale dei termini amministrativi nel mese di agosto, ad esempio, potrebbe essere inserita nel decreto correttivo sulle semplificazioni.

Vi è inoltre l'idea di ridurre gli adempimenti, anche al fine di minimizzare la pressione fiscale e combattere l'evasione.

Qualche spiraglio di concretizzazione lo ha guadagnato, poi, la proposta avente ad oggetto la deducibilità delle spese che i professionisti sostengono per la formazione continua: in proposito la richiesta del Parlamento, fatta ai professionisti per il tramite del presidente della commissione finanze del Senato Marino, è quella di presentare una proposta organica di discussione che permetta di avere una visione di insieme, presupposto imprescindibile per tentare di fare qualcosa in merito.

Il confronto fatto a Torino tra commercialisti, Governo e Parlamento, almeno sul piano degli intenti, sembra insomma essere stato decisamente proficuo.

Ora non resta che attendere che si passi dalle parole ai fatti.

Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Laureata a pieni voti in giurisprudenza presso la Luiss 'Guido Carli' di Roma con una tesi in Diritto comunitario del lavoro. Attualmente svolge la professione di Avvocato ed è dottoranda di ricerca in Scienze giuridiche – Diritto del lavoro presso l'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti – Pescara
(21/03/2016 - Valeria Zeppilli) Foto: 123rf.com
Le più lette:
» Carta identità elettronica: come si richiede
» Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati
» Tari: come chiedere il rimborso dal 2014
» Pensioni: Ape volontaria, pronte le convenzioni
» Diritto di recesso: cos'è e come si esercita
In evidenza oggi
Cassazione: il pedone non ha sempre ragioneCassazione: il pedone non ha sempre ragione
Autovelox: addio multa sul rettilineo senza l'altAutovelox: addio multa sul rettilineo senza l'alt

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF