Sei in: Home » Articoli

Governo stanzia 236 milioni per la cultura

Il governo ha stanziato 236 milioni di euro, in favore della cultura, precedentemente tagliati dallo stesso esecutivo per mancanza di risorse. Il fondo sarà così ripartito: 149 milioni andranno al Fondo Unico per lo Spettacolo (FUS), 80 milioni a tutela del patrimonio artistico, naturale, archeologico, 7 milioni agli istituti culturali. Il ripristino del fondo per la cultura segue mesi di polemiche tra gli operatori del settore e l'ex Ministro per i Beni Culturali, Sandro Bondi. Il governo, in sede di approvazione della legge di stabilità, aveva anche previsto l'introduzione di una tassa di un euro, da riscuotersi con il pagamento del biglietto del cinema, ipotesi poi smentita seccamente dal Ministro per l'Economia, Giulio Tremonti, ma poi rimessa in campo, nelle ultime settimane, con inevitabili battibecchi con le associazioni dei consumatori, scontenti di dovere finanziare in questo mondo la cultura. Il rincaro del biglietto del cinema un'ipotesi tramontata, ma al suo posto è stato previsto l'aumento delle accise sui carburanti di 1-2 centesimi, cosa che non renderà felici i super-tartassati automobilisti italiani.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/04/2011 - Emanuele Ameruso)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
» Debiti sospesi fino a un anno per chi è in difficoltà
In evidenza oggi.
Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF