Sei in: Home » Articoli

Ministero del Lavoro: utilizzo delle prestazioni di natura occasionale e accessoria anche per le aziende del terziario

Il Ministero del Lavoro, in risposta all'Interpello n. 42 del 14 dicembre 2010 proposto dalla Confcommercio, ha fornito chiarimenti in merito alla possibilità di utilizzare, da parte delle aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi, il lavoro accessorio di cui agli articoli 70 e seguenti del D.Lgs. 276/2003. Il Dicastero precisa che anche nei settori terziario, distribuzione e servizi - qualora vi si svolgano le attività elencate dall'art. 70, D.Lgs. 276/2003 - qualsiasi soggetto (disoccupato, inoccupato, lavoratore autonomo o subordinato, full-time o part-time) può svolgere prestazioni di natura occasionale e accessoria; in via sperimentale per l'anno 2010 anche nei settori terziario, distribuzione e servizi è possibile ricorrere a prestazioni di lavoro accessorio rese da lavoratori part-time, così come è possibile ricorrere a dette prestazioni rese da giovani con meno di 25 anni di età, pensionati nonché soggetti percettori di misure di sostegno al reddito a prescindere dal tipo di attività lavorativa richiesta. Restano comunque validi, ricorda il Ministero, i limiti di compenso posti per l'utilizzabilità del lavoratore accessorio, insieme al divieto di utilizzare tale strumento nei confronti di un lavoratore part-time da parte di chi è già titolare del contratto a tempo parziale.
(17/12/2010 - L.S.)
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Auto: dal 2018 con il documento unico per chi non paga il bollo radiazione sicura
In evidenza oggi
Avvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesaAvvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesa
Divorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al meseDivorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al mese
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF