Sei in: Home » Articoli

Lavoratori a progetto: istruzioni per beneficiare dell'indennità di malattia

L'INPS, con circolare n. 76 del 16 aprile 2007, ha fornito delle istruzioni operative riguardo l'indennità giornaliera di malattia, introdotta dall'art. 1, comma 788, della legge n.296 del 27 dicembre 2006 (finanziaria 2007), per i lavoratori a progetto e categorie assimilate iscritti alla Gestione Separata di cui all'art. 2 comma 26 della legge n.335/1995. Nella circolare si precisa che i destinatari della prestazione, per cui trova applicazione la tutela per gli eventi morbosi insorti a partire dal 1°gennaio 2007, sono quei lavoratori, a progetto e categorie assimilate iscritti alla Gestione Separata di cui norma citata, che non risultano essere iscritti ad altra forma previdenziale obbligatoria e non siano titolari di pensione, ed in particolare i collaboratori a progetto e i collaboratori occasionali. Per i lavoratori interessati si prescrive l'onere di inoltrare all'INPS ed al “datore di lavoro”, entro il termine perentorio di 2 giorni dal rilascio – pena la perdita dell'intera indennità per ogni giorno di ritardo - del certificato e l'attestato di malattia compilato dal medico curante.
Restano esclusi dalla nuova tutela economica gli eventi morbosi di durata inferiore ai 4 giorni. La circolare affronta, altresì, i requisiti contributivi e reddituali, per beneficiare della predetta indennità, per cui il lavoratore interessato dovrà presentare formale domanda, secondo il fac-simile predisposto dall'INPS, nonché la misura e la durata della stessa. In ultimo, si esaminano le questioni procedurali ed il contenzioso. (Gesuele Bellini)
Circolare INPS, n. 76 del 16 aprile 2007 - Gesuele Bellini
(05/05/2007 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Appropriazione indebita: guida legale con articoli e sentenze
» Il rifiuto di sottoporsi ad alcoltest può risultare non punibile
» Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
» Obbligare la moglie a discutere è reato
» Avvocato: niente responsabilità per il solo fatto di aver commesso un errore
In evidenza oggi
Diritto alla salute del minore e affievolimento della responsabilità del genitoreDiritto alla salute del minore e affievolimento della responsabilità del genitore
Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimentoSeparazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF