Sei in: Home » Articoli

Gli assistenti di volo hanno diritto a fruire dei permessi art. 33, c.3 legge 104/92

In tema di fruibilità dei permessi di cui al terzo comma dell'articolo 33 della legge 104/92 l'Inps precisa che, anche gli Assistenti di volo hanno diritto a tale beneficio. Quanto sopra sulla scorta della considerazione che i medesimi in un lasso di tempo non superiore ad un'ora hanno possibilità di raggiungere qualsivoglia località nazionale. Infatti tale criterio era stato introdotto nella circolare Inps n. 128/2003 dove si specifica il concetto di lontananza. Testualmente... se la distanza tra le abitazioni del soggetto che presta l?assistenza e quella dell?handicappato è percorribile in circa un?ora, si può riconoscere ?il requisito di un?assistenza quotidiana che concretizza il requisito della continuità dell?assistenza., il quale assieme a quello della esclusività, dà diritto alla fruizione dei permessi in argomento?. (Giovanni Dami)
(Ministero del Lavoro, Prot.. 10.10.2006 n° 4577 - Nota di Giovanni Dami)
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(29/10/2006 - www.laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Avvocati: sanzionato chi tratta la causa senza il collega avversario
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Accordi prematrimoniali: in arrivo la legge
In evidenza oggi
Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debitoEquitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizioneAvvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF