Previdenza forense. La pensione modulare: i vantaggi fiscali e previdenziali

La scelta va effettuata mediante opzione all'atto di compilazione del Modello 5, indicando l'aliquota e l'importo da versare in autoliquidazione
sentenza toga
La pensione modulare consiste nella possibilità di ottenere una quota di pensione aggiuntiva mediante un versamento ulteriore rispetto alla quota obbligatoria dovuta dal professionista alla cassa previdenziale di appartenenza. 
La quota modulare obbligatoria dall'iscrizione alla Cassa Forense fino al pensionamento, con aliquota dell'1% sul reddito, versamenti minimi e riduzioni del 50% per praticanti abilitati e avvocati di età inferiore ai 35 anni per il primo quinquennio di iscrizione, è stata ricompresa nel contributo soggettivo, fissato nella misura del 14% sul reddito professionale, dal 1 gennaio 2013 e fino al 31 dicembre 2016 e del 14,5% dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2020; la quota modulare volontaria, invece, attualmente variabile tra l'1% e il 10% del reddito professionale, viene calcolata secondo il metodo contributivo, di talché il rendimento effettivo della pensione dipende dall'apporto contributivo personale, ovvero dall'entità e dalla durata dei contributi che il professionistaLa scelta va effettuata mediante opzione all'atto di compilazione del Modello 5, indicando l'aliquota e l'importo da versare in autoliquidazione decide di destinarvi

, ha validità di un anno e quindi va ripetuta ed eventualmente modificata entro ogni 31 dicembre. A fronte dell'innalzamento dell'età pensionistica e della conseguente diminuzione dell'assegno previdenziale, la pensione modulare, per coloro che hanno la possibilità di effettuare i versamenti (comunque flessibili e variabili su base annuale), consente di meglio adeguare la pensione alle proprie esigenze attuali e alle proprie aspettative future

Rispetto ai tradizionali fondi pensione, inoltre, ha dei costi di gestione inferiori. Sotto il profilo fiscale è da rilevare che, al pari di ogni contributo dovuto alla Cassa Forense, anche la quota destinata alla pensione modulare è interamente deducibile dal reddito imponibile ai fini Irpef. La Cassa Forense fornisce informazioni dettagliate sulla pensione modulare mediante il servizio newsletter e presenta alcuni prospetti sul rendimento della pensione modulare all'interno di questa guida: Risparmio fiscale e previdenziale nella pensione modulare 


(15/01/2015 - Avv. Laura Bazzan)
Le più lette:
» Avvocati: cassazionisti senza esami per tutti gli iscritti ante riforma
» Avvocati: albi online senza segreti
» Tribunale di Fermo: inammissibili i capitoli di prova se contengono le parole "vero che". Tu cosa pensi?
» Padre immaturo? Il figlio va con la madre
» Affitto: la cauzione va restituita anche in caso di danni
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter Icona linkedin
Print Friendly and PDF