Sei in: Home » Articoli

Investire in Spagna. La costituzione di società di capitali.

investire in spagna, impresa in spagna, societa di capitali, ana fernandez & geval
Il legislatore spagnolo con il Regio Decreto 13/2010 è riuscito a venire incontro alle aziende, poiché grazie a questo intervento legislativo sono state introdotte alcune procedure che hanno reso più agile l'introduzione nel mercato economico, rendendo più semplice la costituzione di una società, diminuendone anche i costi. Questo intervento ha indubbiamente aiutato maggiormente il mercato, coinvolgendo anche quelle società a responsabilità limitata. Infatti il punto centrale di questo decreto è stato determinato dalla possibilità che se rientrava in determinati requisiti, anche altre società commerciali potrevano essere inserite in questa nuova regolamentazione, ai fini di una maggiore competitività, permettendo cosi alle nuove realtà economiche, anche di piccole dimensioni, un ingresso facilitato che evitava in tal modo, procedimenti farraginosi e costi elevati. Ad esempio la società a responsabilità limitata che aveva uno statuto conforme alle norme disposte dal Ministero della Giustizia, costituita da soci (persone fisiche), con un amministratore unico e i soci siano obbligati in solido, con un capitale sociale non superiore a € 3.100,00 allora il regime applicabile si definisce come “accelerato”. Mentre una società a responsabilità limitata con capitale sociale maggiore (da € 3.100,00 a massimo € 30.000,00), il cui statuto rispetti i canoni previsti dalla normativa del Ministero della Giustizia, i cui soci (persone fisiche), con un amministratore unico e con diversi soci solidali, allora in questo caso, si potrà parlare di sistema “semplificato”. Le società in accomandita per azioni o anche altre società di capitali che hanno un capitale sociale superiore a € 30.000,00 i cui soci sono persone giuridiche, con un organo di amministrazione gestito da due amministratori associati o da un Consiglio d'Amministrazione, sono soggetti ad un'altra regolamentazione. Si deve sottolineare inoltre come la presentazione della domanda si possa effettuare anche in via telematica e che la certificazione del Registro Commerciale Centrale non è soggetta ad alcuna decadenza. Il Regio Decreto 13/2010 ha previsto inoltre la possibilità della costituzione online delle società, garantendo che l'iscrizione venga autorizzata immediatamente, accelerando in tal modo il procedimento. Questo regio decreto-legge ha avuto il merito di proseguire e rafforzare la crescita dell'economia spagnola e aumentando la sua la competitività attraverso misure volte a sostenere l'attività delle imprese, in particolar modo per le piccole e medie imprese, attraverso una riduzione della tassazione, incentivando gli investimenti e favorendo la competitività delle aziende. Oltre alla semplificazione per la costituzione di una società, la riforma ha previsto anche la riduzione dei requisiti di pubblicità degli atti aziendali, eliminando così costi alle aziende. Il legislatore spagnolo ha inoltre previsto dei limiti alla retribuzione dell'amministratore, fissando un limite nel massimo, per evitare quegli eccessi dispendiosi elargiti in passato ai manager di società importanti o enti, che hanno determinato un grosso peso nei bilanci societari. Come fin qui delineato, appare chiaro come il legislatore spagnolo ha voluto modernizzare la procedura, introducendo l'opportunità di utilizzare meccanismi più celeri, attraverso internet, sia nel caso delle domande d'iscrizione, sia nell'ambito della convocazioni degli organi in ordine alle assemblee societarie, le quali possono essere promosse attraverso il sito della società stessa, sebbene rimanga ancora come via generale, la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. Tutti questi aspetti innovativi introdotti dal legislatore spagnolo, sono indiscutibilmente ottimi incentivi per chi voglia decidere di investire in Spagna, anche con la possibilità di essere seguiti da consulenti legali e commerciali, al fine di poter operare la scelta più appropriata per quanto concerne la scelta della forma societaria da costituire a secondo del tipo di attività che si vorrà realizzare. Per gli imprenditori interessati a fare business in Spagna è disponibile una comparativa fiscale con pratico esempio al seguente link:COMPARATIVA FISCALE ITALIA - SPAGNA
Studio Legale e di consulenza aziendale in Spagna
Ana Fernandez & Geval

Indirizzo: Calle Cirilo Amorós nº 1, 1º,3a - 46004 Valencia (Spagna)
Tel: +34.647.44.21.02
Email: abogadafernandez@nonbisinidem.com
Contatti con lo Studio Legale Ana Fernandez & Geval

Brochure dello studio legale
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/12/2011 - L.V.)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF