Manovra correttiva 2011: stretta su pensioni, aumento ticket e stop turn over in PA

euro
È pari a 47 miliardi di euro la manovra che approderà domani al consiglio dei ministri. Di questi 2 miliardi serviranno al finanziamento delle spese di quest’anno, cinque per le spese del prossimo anno, 20 per la correzione dei conti per il 2013, E 20 per la correzione dei conti per il 2014. Si preanunciano strette sulle pensioni, stop al turn-over nel pubblico impiego con retribuzioni congelate per un anno, semplificazione del processo civile, liberalizzazione delle professioni e facilitazioni per la costituzione di mprese. Vediamo nel dettaglio le principali misure:

PENSIONI: Scatterà dal 2014 l’agganciamento dell’età pensionabile alle aspettative di vita.

Inoltre per le donne ci sarà l’incremento di un anno Dell’età di pensione già a partire dal 1 gennaio 2012. Un altro anno scatterà dal 2014 e per ogni biennio successivo fino al 65 anni di età. Uno stop anche alla rivalutazione automatica delle pensioni d’oro. Il provvedimento riguarderà le pensioni che superano di cinque volte il trattamento minimo di pensione Inps. Per le pensioni di misura compresa tra 3 e 5 volte Il trattamento minimo di pensione Inps la rivalutazione sarà del 45%

BLOCCO DEL TURN OVER NELLA PA:  Stipendi sospesi per un altro anno nella pubblica amministrazione e blocco del turn over nella PA. Il blocco dei trattamenti economici arriverà dunque fino al 31 dicembre 2014 (oggi è al 2013). Il blocco del turn over per un altro anno riguarda le amministrazioni dello Stato, ad esclusione dei Corpi di polizia, del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, per le agenzie fiscali, e gli enti pubblici non economici.

PROCESSO CIVILE: In materia di processo civile sono in arrivo misure dirette a garantire una maggiore efficienza della giustizia. Viene fissato in sei anni il tetto della durata massima dei processi per ciascun grado di giudizio.

CONTENZIOSO INPS: I processi in materia previdenziale di valore non superiore a 500 in cui sia parte l’Inps e che risultano pendenti in primo grado alla data del 31 dicembre 2010 e per i quali a tale data non è intervenuta sentenza si prevede l’estinzione di diritto, con riconoscimento della pretesa economica a favore del ricorrente.

SANITA': Sulle ricette per prestazioni di specialistica ambulatoriale si dovrà pagare un ticket di 10 euro mentre è previsto il pagamento di 25 euro per i codici bianchi al pronto soccorso. Il provvedimento prevede anche 486,5 milioni di euro per il 2011 per il Ssn. Il finanziamento per il 2013 e' incrementato dello 0,5% rispetto al 2012 ed e' ulteriormente incrementato dell'1,4% per il 2014.

PROFESSIONI: Vengono abrogate alcune restrizioni per rendere più facile l’accesso alle professioni. Si stabilisce in particolare che le restrizioni in materia di accesso ed esercizio delle professioni previste dall'ordinamento vigente, diverse da quelle di avvocato, notaio, architetto, ingegnere, farmacista, autotrasportatore, sono abrogate quattro mesi dopo l'entrata in vigore del decreto legge.

SCUOLA: Novità anche nel settore scuola. Le materne, le elementari e le medie saranno raccolte in istituti unici e si prevede una riorganizzazione delle infrastrutture Per garantire continuita' didattica nell'ambito dello stesso ciclo di istruzione. La scuola dell'infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado saranno aggregate in istituti comprensivi. Quanto personale scolastico, l’organico dovrà restare invariato nell’anno 2012-2013 rispetto all'anno appena terminato. Vanno mantenute inoltre per il prossimo biennio le disposizioni della legge 133 del 2008, che hanno portato all'aumento del numero di studenti per ogni professore e alla riduzione del personale Ata del 17%.

RICORSI FISCO: Si prevede che chi intende presentare ricorso presso le commissioni tributarie dovrà pagare fino al 1500 Euro. I costi sono suddivisi per scaglioni: 30 euro per controversie di valore fino a 2.582,28 euro; 60 euro per controversie da 2.582,28 e fino a 5.000 euro; 120 euro per controversie di valore superiore a 5.000 euro e fino a 25.000 euro; 250 euro per controversie di valore superiore a euro 25.000 e fino a 75.000 euro; 500 euro per controversie di valore superiore a 75.000 euro e fino a 200.000 euro; 1.500 euro per controversie di valore superiore a euro 200.000.

NUOVA ANAS: Si prevede la nascita dal gennaio 2012 dell'Agenzia per le infrastrutture stradali e autostradali e con essa la 'nuova' Anas con una una profonda riorganizzazione nell'attuale assetto e 'mission' dell'Anas.

SPENDING REVIEW: Già a partire dal 2012 la Ragioneria generale dello Stato darà inizio a un ciclo di 'spending review' mirata alla definizione dei fabbisogni standard propri dei programmi di spesa delle amministrazioni centrali dello Stato. Se non vengono trasmessi i dati senza giustificato motivo  entro il termine previsto, si prevede come sanzione una riduzione della retribuzione di risultato, dei dirigenti responsabili nella misura del 2 per cento.

ALTA VELOCITA': In arrivo anche un sovrapprezzo per gli operatori dell’alta velocità. Una misura che vuole consentire lo sviluppo dei processi concorrenziali nel settore dei trasporti ferroviari assicurando nel contempo la copertura degli oneri per i servizi universali di trasporto ferroviario di interesse nazionale che sono oggetto di contratti di servizio pubblico.

CROCE ROSSA: Privatizzazione della Croce Rossa Italiana dal 1 gennaio 2012. Diventando privata la struttura opererà in regime di diritto privato come associazione umanitaria a carattere volontario e di interesse pubblico.

PROTEZIONE CIVILE: Nuove risorse per la protezione civile saranno reperite attraverso l’otto per mille. Già dal 2011 viene autorizzata una spesa di 64 milioni di euro all’anno. La spesa sarà destinata alla gestione dei mezzi della flotta aerea del Dipartimento della protezione civile.

FONDI IMMOBILIARI PUBBLICI: È anche prevista la dismissione del patrimonio disponibile attraverso fondi immobiliari chiusi, promossi da Regioni, prvince e comuni e partecipati da una sgr costituita dal Tesoro.

MISSIONI INTERNAZIONALI: Vengono rifinanziate le spese in scadenza per le missioni all’estero con settecento milioni di euro.

FONDO LETTA: La dotazione del fondo strategico a sostegno dell'economia reale istituito presso il Consiglio dei ministri e' ridotta di 252 milioni di euro per l'anno 2012, di 392 milioni di euro per l'anno 2013, di 492 milioni di euro per l'anno 2014, di 592 milioni di euro per l'anno 2015, di 542 milioni di euro per l'anno 2016, di 442 milioni di euro per l'anno 2017, di 342 milioni di euro per l'anno 2018, di 292 milioni di euro per l'anno 2019 e di 242 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2020.

(29/06/2011 - N.R.) Lascia un commentoUltimi commentiCita nel tuo sitoSalva in PDF

Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
bottone newsletter Icona Facebook Icona Rss Icona Google plus Icona twitter
In evidenza