Sei in: Home » Articoli

Dipendenti Agcom e diritto al Tfr

Alcuni componenti dell'AutoritÓ per la garanzia nelle telecomunicazioni hanno investito il giudice amministrativo al fine di vedersi riconosciuto il diritto a percepire il Trattamento di fine rapporto per il servizio prestato per alcuni anni dal 1998 al 2005. Nel merito viene richiesta l'indennitÓ di fine rapporto per il collegamento con le retribuzioni spettanti ai sensi dell'ex art. 1, quinto comma, l. n. 249 del 1997 in applicazione delle disposizioni dettate dal d.P.C.M. 8 giugno 1998, con il quale "le indennitÓ spettanti al Presidente e ai componenti dell'AutoritÓ sono state equiparate al trattamento economico complessivo previsto dalla l. n. 87 del 1953 per il Presidente e i giudici della Corte costituzionale". La corte rigetta il gravame avanzato dai ricorrenti in quanto le retribuzioni loro corrisposte per lo svolgimento dell'attivitÓ istituzionale comprendono (a titolo di t.f.r.) la maggiorazione di un dodicesimo dell'indennitÓ annua lorda spettante prevista dal d.P.C.M. del 3 giugno 1998. (Giovanni Dami)
Tar Lazio, sezione III ter, Sentenza 22 gennaio 2008, n. 607 - Giovanni Dami
(26/03/2008 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi:
» Il genitore non pu˛ imporre al figlio la sua religione
» Stalking: arriva l'app per raccogliere le prove
» Privacy: da oggi in vigore il Gdpr, ecco la guida per gli avvocati
» Costi occulti nella telefonia mobile: come difendersi?
» Risarcimento vedova: la pensione di reversibilitÓ non si tocca


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss