Sei in: Home » Articoli

Ministero Lavoro: dati richiesta beneficio per rifiuto pensionamento anticipato

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha comunicato i primi dati pervenuti dall'INPS in relazione ai lavoratori che hanno richiesto di accedere al regime agevolato introdotto dalla Legge 23 agosto 2004, n.243 (Norme in materia pensionistica e deleghe al Governo nel settore della previdenza pubblica, per il sostegno alla previdenza complementare e all' occupazione stabile e per il riordino degli enti di previdenza e assistenza obbligatoria). Ricordiamo che i lavoratori dipendenti del settore privato che matureranno, entro il 31.12.2007, i requisiti anagrafici e contributivi per la pensione di anzianità e che decideranno di rimanere al lavoro riceveranno, per il periodo 2004-2007, un aumento in busta paga pari all'importo dei contributi previdenziali che dovrebbero essere versati all'ente di previdenza, vale a dire il 32,7% della loro retribuzione. Il predetto aumento sarà esente da ogni tipo di imposta.
In totale, al 13 ottobre 2004, l'INPS ha già ricevuto circa 5.300 richieste di accesso al bonus, che rappresentano il 13 % degli aventi diritto (circa 35mila dipendenti che entro il 30 giugno scorso avevano maturato i requisiti per il pensionamento anticipato). Si segnalano la Lombardia con 1353 domande, il Lazio con 759, il Piemonte con 502 ed il Veneto con 385.
Leggi il provvedimento su www.Filodiritto.com
(23/10/2004 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Avvocati anti crisi: divorzi a 200 euro
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» A che età si può andare in pensione: guida con tabelle semplificative
» Il falso ideologico
» Resto al Sud: 200mila euro da gennaio ai giovani


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF