La piattaforma per effettuare le prenotazioni auto-moto partirà il 25 maggio, ma la pubblicazione del Dpcm in Gazzetta ufficiale rende operativi i contratti di vendita

Incentivi auto 2022 si parte

[Torna su]

Un'attesa lunga due anni quella per gli incentivi auto. Un'attesa destinata a finire con la pubblicazione del Dpcm in Gazzetta Ufficiale (sotto allegato) e il relativo via libera definitivo. Toccherà ora all'Esecutivo aggiornare il portale dedicato alle concessionarie, necessario per richiedere gli incentivi. Col sistema telematico attivo si parte, anche se la sola pubblicazione in Gazzetta è sufficiente a rendere operativo il decreto. Si tratta di un provvedimento datato 6 aprile, firmato dal premier Mario Draghi e seguito dal ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti, che indirizza al settore quasi due miliardi in tre anni: 650 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024.

Incentivi auto, requisiti

[Torna su]

Le previsioni chiariscono che, grazie agli incentivi potrebbero arrivare 200mila immatricolazioni in più. La piattaforma dove si possono effettuare le prenotazioni di auto partirà il 25 maggio, ma i contratti di vendita sono validi. Per beneficiare degli incentivi auto 2022 l'acquisto deve essere effettuato «a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e sino al 31 dicembre 2022». Non si tratta dunque di un provvedimento retroattivo: chi ha effettuato l'acquisto non potrà beneficiare degli sconti previsti dal decreto.

Incentivi auto, l'ammontare degli sconti

[Torna su]

Il decreto prevede sconti fino a 5mila euro per auto e moto green. Si oscilla da 2mila per i veicoli con motori tradizionali a basso impatto, fino a 5mila euro in caso di acquisto di una elettrica pura con rottamazione di un mezzo inferiore a Euro 5. Per sostenere gli incentivi il ministro Giorgetti ha voluto la creazione di un fondo automotive da 8,7 miliardi, che aiuterà anche la transizione delle imprese verso la mobilità elettrica evitando pesanti ripercussioni sull'occupazione

Sconti per tipologia

[Torna su]

L'impianto degli incentivi prevede che per l'acquisto di auto elettriche, con un prezzo fino a 35mila euro più Iva, sia possibile richiedere un contributo di 3mila euro. Si possono aggiungere altri 2mila euro con la rottamazione di un mezzo inferiore a Euro 5. L'ecobonus sarà finanziato con 220 milioni nel 2022, 230 nel 2023 e 245 nel 2024

Per comperare veicoli ibridi plug-in con un prezzo fino a 45mila euro più Iva, si può avere un contributo di 2mila euro. Con la rottamazione si possono aggiungerne altri 2mila euro. In questo caso i fondi a disposizione sono 225 milioni nel 2022, 235 nel 2023 e 245 nel 2024. Per le auto con motori tradizionali a basse emissioni e alcune tipologie di mild hybrid e full hybrid con un prezzo fino a 35mila euro più Iva, è possibile richiedere un contributo di 2mila euro solo con rottamazione. Questa categoria è finanziata con 170 milioni nel 2022, 150 nel 2023 e 120 nel 2024.

Leggi anche:

- Ecobonus auto 2022

- Incentivi auto: cosa prevede il decreto

Scarica pdf Dpcm 6 aprile 2022 GU

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: