Le indicazioni dell'Inps e la scadenza per evitare la revoca delle prestazioni previdenziali per gli anni di riferimento
inps

Sospensione delle prestazioni collegate al reddito, la trattenuta

[Torna su]

Nelle comunicazioni dell'Inps per i pensionati, in relazione al cedolino di agosto 2021, si trova un'altra importante indicazione relativa alla sospensione delle prestazioni collegate al reddito per mancata presentazione dei dati reddituali, 2017 e 2018. Sulle pensioni che siano, in tutto o in parte, collegate al reddito i cui titolari, nonostante i solleciti, non abbiano ancora fornito i dati reddituali relativi al 2017 e al 2018, ad agosto e settembre verrà applicata una trattenuta di circa 14 euro, per le pensioni integrate al minimo, o, per quelle di importo superiore, pari al 10% della pensione.

Sospensione delle prestazioni collegate al reddito, la lettera raccomandata

[Torna su]

L'Istituto chiarisce inoltro che ai pensionati interessati è stata inviata una lettera raccomandata con l'indicazione della data del 15 settembre 2021 rappresentativa dell'ultima scadenza per l'invio dei redditi richiesti e con le indicazioni utili per non incorrere nella revoca definitiva della prestazione collegata al reddito relativa al 2017 e/o al 2018.

Sospensione delle prestazioni, mancato invio dei redditi

[Torna su]

Ma che cosa succede se le indicazioni richieste non vengono mandate? Nei casi in cui i redditi richiesti non vengano inviati, si procederà alla revoca definitiva delle prestazioni per gli anni di riferimento e al recupero dell'indebito calcolato.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: