Significato e valore attuale dell'articolo 44 della Costituzione: equità e sostenibilità dello sfruttamento del suolo e limiti alla proprietà terriera

Il testo dell'articolo 44 Costituzione

[Torna su]

"Al fine di conseguire il razionale sfruttamento del suolo e di stabilire equi rapporti sociali, la legge impone obblighi e vincoli alla proprietà terriera privata, fissa limiti alla sua estensione secondo le regioni e le zone agrarie, promuove ed impone la bonifica delle terre, la trasformazione del latifondo e la ricostituzione delle unità produttive; aiuta la piccola e la media proprietà. La legge dispone provvedimenti a favore delle zone montane."

Equità e proprietà terriera nell'art. 44 Cost.

[Torna su]

L'articolo in esame risente della situazione storica esistente all'epoca della redazione della Carta. Nell'immediato dopoguerra, infatti, il ruolo dell'agricoltura in Italia era molto più rilevante rispetto ad oggi, ed era perciò importante fissare regole chiare a tutela della proficua coltivazione dei fondi.

Tale obiettivo viene conseguito, in base alla lettera della norma, innanzitutto attraverso la limitazione dell'estensione della proprietà terriera e inoltre con la bonifica e la ricostituzione delle unità produttive.

In altre parole, in contrasto alla concentrazione della proprietà terriera tipica del latifondismo, che spesso ha come risultato l'esistenza di vaste aree agricole non coltivate, si favorisce la piccola e media proprietà, ritenuta più adatta ad un razionale sfruttamento del suolo, nonché a creare migliori condizioni di lavoro.

L'auspicata tutela delle zone montane, invece, è stata poi perseguita attraverso l'istituzione delle Comunità Montane.

Sviluppo sostenibile nell'art. 44 Cost.

[Torna su]

L'articolo 44 Costituzione rimanda alla legge ordinaria per la specificazione degli obblighi e dei vincoli necessari a raggiungere gli obiettivi sopra esaminati. In concreto, la scarsità di norme effettivamente emanate è dovuta anche al fatto che, nel frattempo, la società e l'economia italiane si sono trasformate, riducendo la centralità del ruolo dell'agricoltura.

Non di meno, la nuova produzione normativa, in particolare in tema di incentivi e di moderne tecnologie, mira a garantire uno sviluppo sostenibile in materia, in modo da garantire uno sfruttamento delle risorse agricole che consenta di soddisfare i bisogni dell'attuale popolazione senza pregiudicare la produttività futura dei terreni.


Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: