Non basta più solo il Green pass. Passenger locator form è il documento utilizzato dalle autorità sanitarie per facilitare il tracciamento dei contatti
biglietti aerei su un tavolo

Modulo Plf, a cosa serve

[Torna su]

Si chiama Plf, acronimo di "Passenger locator form", ed è il documento richiesto ai passeggeri per l'ingresso in alcuni Paesi. Viene utilizzato dalle autorità sanitarie nel caso in cui i passeggeri siano stati esposti ad un contagio covid per facilitare il tracciamento dei contatti.

È stata la Commissione Europea a prevederlo, tra le misure varate il 17 marzo 2021. Il modulo di localizzazione digitale (pdf o qr code) contiene tutte le informazioni utili per localizzare e monitorare possibili contagi e focolai. Per questo motivo è usato dalle autorità sanitarie per avvertire i viaggiatori dell'avvenuto contatto con un positivo.

Modulo Plf, in quali paesi è richiesto

[Torna su]

Ma vediamo quali sono i paesi che richiedono la compilazione del documento. Si tratta di Estonia, Germania, Grecia, Belgio, Cipro, Croazia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Spagna, e anche nel Regno Unito. Il questi Paesi il documento serve per i viaggi via aereo, via mare e via terra, tranne Cipro, Portogallo, Slovacchia e Spagna che lo richiedono solo per i viaggi in aereo, e l'Irlanda per i soli viaggi in aereo e in nave. Per quanto riguarda la Grecia, in particolare, il plf deve essere compilato entro le 23.59 locali del giorno precedente alla partenza, quindi le 22.59 in Italia.

Nel nostro Paese il documento dovrà essere compilato sia dai turisti stranieri in ingresso sia dagli italiani che rientrano da un viaggio all'estero. Nello specifico, bisogna registrarsi sul sito https://app.euplf.eu e al termine della procedura si riceverà sul proprio indirizzo email il PLF in formato pdf, assieme a un QR code da mostrare sul proprio smartphone al momento dell'imbarco in aereo o in nave, o nel caso di controlli se si viaggia in auto, autobus o treno. Il documento potrà essere stampato, ma non è obbligatorio. Non è necessario compilarlo se si sconfina al massimo di 60 chilometri dalla propria residenza e per non più di 48 ore, come nel caso dei lavoratori transfrontalieri.

Come compilare il modulo plf

[Torna su]

Il modulo di localizzazione deve contenere nome e cognome del viaggiatore, il numero del documento, un recapito telefonico e l'indirizzo di residenza o domicilio nazionale. A cui vanno aggiunte le informazioni sul: mezzo di trasporto, altre informazioni sul viaggio come l'arrivo previsto, gli alloggi, chi sono i compagni di viaggio e un contatto di emergenza. Una famiglia deve compilare un singolo modulo, inserendo i dati di ciascun membro. La stessa regola vale per i gruppi che alloggeranno nello stesso luogo.

Il modulo deve essere compilato prima dell'ingresso nel Paese in cui si sta viaggiando(e quindi in caso di volo aereo, per esempio, prima dell'imbarco e dopo il check-in).

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: