Dopo le recenti difficoltà accusate dal sistema malfunzionamento del Portale del processo penale telematico il governo interviene col decreto
faldoni

Malfunzionamento del Portale del processo penale telematico

[Torna su]

Nelle "Misure urgenti per il contenimento dell'epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, di giustizia e di concorsi pubblici" sono contenute disposizioni circa le ipotesi di malfunzionamento del Portale del processo penale telematico (PTT). Un intervento dovuto se si considera che i continui malfunzionamenti del Portale hanno portato gli avvocati penalisti ad assumere un'iniziativa di sciopero in assenza di un regime transitorio che consentisse di ricorrere anche alle modalità tradizionali di deposito e accesso ai fascicoli.

Problemi del Ppt: casi di forza maggiore

[Torna su]

Dunque il mancato funzionamento del ppt, attestato dal Direttore generale per i servizi informativi automatizzati e segnalato sul Portale dei servizi telematici del ministero di Giustizia, è un caso di forza maggiore ai sensi dell'articolo 175 del codice di procedura penale, che legittima la restituzione nel termine per pubblico ministero, parti private e difensori. In questi casi e fino alla riattivazione dei sistemi, è stabilito che l'autorità giudiziaria procedente autorizzi il deposito di singoli atti e documenti in formato analogico, ovvero il deposito di singoli atti e documenti in formato analogico per ragioni specifiche ed eccezionali.

Condividi
Feedback

In evidenza oggi: