Il Ministero della Salute ha diffuso con apposita circolare l'aggiornamento del modulo per il consenso informato per le vaccinazioni anti-Covid
vaccino contro il coronavirus

Nuovo modulo per il consenso al vaccino anti-Covid

[Torna su]

Con la circolare n. 12238 del 25 marzo 2021 (sotto allegata) il Ministero della salute, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, comunica l'aggiornamento del modulo per il consenso relativo alla campagna vaccinale contro la Sars Cov2.

Il modulo per il consenso predisposto da Ageans è accompagnato dall'aggiornamento delle note informative dei vaccini Astrazeneca, Moderna e Comirnaty-BioNTech/Pfizer predisposte invece dall'AIFA.

Come per il modulo precedente, il consenso è valido per tutto il ciclo della vaccinazione, anche se il personale addetto, nella seconda fase è tenuto a verificare l'eventuale mutamento delle condizioni di salute del soggetto dopo la somministrazione della prima dose.

Contenuto delle note informative dei vaccini

[Torna su]

Le note informative relative ai tre vaccini previsti per la campagna vaccinale italiana forniscono le seguenti e importanti informazioni:

  • spiegano che cos'è nello specifico il vaccino e la sua utilità;
  • indicano cosa conviene sapere prima di fare il vaccino;
  • elencano le avvertenze e le precauzioni;
  • avvertono d'informare il sanitario che deve procedere alla vaccinazione se anche recente si sono assunti dei farmaci, se sci si trova in stato di gravidanza o se si sta allattando;
  • quanto dura la copertura del vaccino;
  • come viene somministrato;
  • quali possono essere gli effetti indesiderati distinti in comuni, molto comuni e non comuni;
  • e infine che cosa contiene nello specifico quel tipo di vaccino.

Quesiti triage vaccinale

[Torna su]

L'ultima pagina della circolare contiene un elenco delle domande da sottoporre a coloro che si apprestano a farsi somministrare la prima dose di vaccino.

Da segnalare le domande relative alla presenza di malattie, febbre, allergie, patologie cardiache, polmonari, renali e del sangue.

Importante anche quelle relative alla eventuale presenza di un deficit delle difese immunitarie causato da cancro, HIV, trapianti, leucemia o linfonodi.

Rendere noto al medico se negli ultimi mesi si sono assunti farmaci che hanno indebolito il sistema immunitario, se si stanno assumendo farmaci anticoagulanti, se nel corso dell'anno appena trascorso si sono ricevute trasfusioni di sangue, se si hanno avuto convulsioni, problemi celebrali o al sistema nervoso.

Leggi anche Vaccino Covid e consenso informato: il vademecum del tribunale di Milano

Scarica pdf Circolare Ministero salute aggiornamento modulo consenso vaccino
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: