Moratoria covid 19 per Invitalia, prorogata la sospensione delle rate in scadenza per le micro e pmi che hanno ottenuto i finanziamenti fino al 30 giugno 2021
uomo di affari tiene lavagna contenente parole relative a finanziamento

Invitalia, Moratoria Covid-19

[Torna su]

Prorogata la sospensione delle rate in scadenza fino al 30 giugno 2021. Come chiarisce il sito di Invitalia le micro e piccole medie imprese che hanno già ottenuto i finanziamenti, possono presentare la richiesta di sospensione entro il 31 gennaio 2021.Le fonti normative sono Legge n. 126 del 13 ottobre 2020 (conversione del "Decreto Agosto" - D.L. 14 agosto 2020 n.104, recante misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia) pubblicata nella G.U. n. 253 del 13 ottobre 2020, S.O. n. 37 e la Legge 30 dicembre 2020 n.178 (Legge di bilancio 2021) pubblicata nel Supplemento ordinario n. 46/L alla G.U. Serie generale - n. 322 del 30 dicembre 2020.

Invitalia, nuova proroga

[Torna su]

La nuova proroga della sospensione delle rate fino al 30 giugno 2021 è automatica nel caso in cui le imprese sono state già ammesse alla sospensiva o abbiano già inviato la richiesta rispettando i criteri di ammissione previsti nelle precedenti disposizioni.

Nel caso di rinuncia della sospensione, le imprese interessate devono inviare la richiesta via PEC entro il 31 gennaio 2021; solo per alcune tipologie di imprese del comparto turistico (cfr. art.77 comma 2 del 'Decreto Agosto') il termine slitta fino al 31 marzo 2021.

Invitalia, casi in cui può essere chiesta la sospensione

[Torna su]

Le imprese potranno chiedere la sospensione nel caso in cui:

- le rate siano scadute prima dell'entrata in vigore del Decreto Cura Italia

- i beneficiari abbiano avuto revoche o risoluzione del contratto di finanziamento

- le società beneficiarie sono Grandi Imprese.

Non è possibile allungare la durata del piano di ammortamento in corso. Le richieste vanno inviate all'indirizzo PEC: moratoriacovid19@postacert.invitalia.it a cui allegare la dichiarazione nella quale si attesta "di aver subito in via temporanea carenze di liquidità quale conseguenza diretta della diffusione dell'epidemia da COVID-19".

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: