Cogita ha segnalato il fatto ai competenti Uffici del Ministero ed al Gabinetto del Ministro, sperando in una svista, ma invece la determinazione è stata confermata
persone intorno a tavolo che fanno formazione e training

Il blocco delle borse di studio 2019

[Torna su]

Prosegue il blocco delle borse di studio 2019 per i giovani tirocinanti presso gli Uffici giudiziari. A denunciarlo è Cogita (Coordinamento Giovani Giuristi Italiani). Era stato il decreto interministeriale del 30 dicembre 2019 a determinare lo stanziamento delle somme necessarie all'erogazione della borsa di studio ex art. 73, comma 8-ter D.L. 69/2013, riservata a coloro che hanno svolto il tirocinio formativo presso gli Uffici giudiziari nell'anno 2019. A seguito dell'emergenza covid il termine di presentazione delle domande è stato sospeso l'11 marzo 2020 ed ha ripreso nuovamente a decorrere dal 25 agosto 2020 fino al 14 settembre 2020 (circ. 23 giugno 2020, Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi - Direzione generale magistrati), con previsione di pubblicazione della graduatoria, elaborata all'esito dell'acquisizione informatica delle domande, entro il 24 ottobre 2020.

Tirocinanti esclusi dalla borse di studio

[Torna su]

Ed è qui che il meccanismo, come denunciato da Cogita, ancora una volta. In una nota viene chiarito che «i tirocinanti presso gli Uffici giudiziari della Giustizia Amministrativa sono stati inspiegabilmente esclusi dalla possibilità di presentare domanda per la borsa di studio. Il Coordinamento Giovani Giuristi Italiani, congiuntamente e disgiuntamente a numerosi altri tirocinanti, ha subito segnalato il fatto ai competenti Uffici del Ministero ed al Gabinetto del Ministro, sperando in una mera svista, ed invece tale determinazione ha trovato confermata». Cogita sottolinea che si tratta di «Un'esclusione tanto palesemente illegittima, anche alla luce di precedenti pronunce giurisprudenziali, da essere prontamente impugnata da alcuni tirocinanti interessati di fronte al TAR del Lazio, il quale ne ha prevedibilmente sospeso gli effetti con ordinanza cautelare n. 5747 del 10 settembre 2020, NRG 4710/2020». Proseguendo sull'iter dei fatti, è stata la circolare del 26 ottobre 2020, a dare la comunicazione da parte del Dipartimento dell'organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi - DG Magistrati «della volontà di ammettere la presentazione delle domande per la borsa di studio anche per i tirocinanti presso gli Uffici della Giustizia Amministrativa». Il punto è che ancora oggi non vi è alcuna indicazione su termini e modalità di esercizio di tale facoltà - a ciò si aggiunga - che «la circolare ha sospeso sine die il termine (già scaduto) per la pubblicazione della graduatoria relativa alle borse di studio dell'anno 2019, anche per i tirocinanti presso gli Uffici della Giustizia Ordinaria, che avevano nel frattempo regolarmente e tempestivamente presentato domanda».

Cogita: «Incertezze che compromettono l'equità dei tirocini»

[Torna su]

Secondo Cogita la «costante incertezza per l'effettiva erogazione delle borse di studio sta compromettendo, anno dopo anno, la funzionalità e l'equità presso gli uffici giudiziari. Si tratta di un'erogazione ritenuta anche dal Csm inadeguata, consigliandone la sostituzione con un sistema di indennità mensili (analogamente a quanto avviene per i tirocini extracurriculari ordinari) e nell'ottica di un ripensamento della disciplina complessiva per tali tirocini». Permane dunque l'urgenza affinchè siano erogate le borse di studio 2019 nell'interesse di tutti i tirocinanti, «molti dei quali hanno subito un grave pregiudizio in questi mesi a causa di una sospensione, apparsa fin dal principio evidentemente infondata e pertanto evitabile, tanto più considerata l'attuale sofferenza socio-economica legata alla pandemia globale ancora in atto».

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: