Cosa prevede la bozza del decreto Milleproroghe 2021 tra sanità, appalti, emergenza Covid e assunzioni da parte della PA
mano che tiene una clessidra al tramonto

Settori d'intervento del Milleproroghe 2021

[Torna su]

Il Milleproroghe, approvato il 23 dicembre 2020 dal Consiglio dei Ministri, come di consuetudine proroga la vigenza delle disposizioni in scadenza e per posticipare l'entrata in vigore di altre e non solo.

Cosa prevede infatti quest'anno il Milleproroghe 2021? Il testo si compone disposizioni dedicate a diverse materie tra le quali non potevano mancare la salute, l'istruzione, la ricerca, i trasporti, le politiche sociali, l'emergenza Covid e il collegamento digitale per scuole e ospedali.

Nella versione più recente del provvedimento salta fuori la novità dei "cinema bond" titoli che verranno emessi dall'Istituto Luce che si appresta a quanto pare a diventare una S.p.a e che quindi, per reperire fondi potrà emettere sui mercati regolamentati anche titoli di durata non superiore ai 15 anni. Per aiutare il settore cinematografico, senza dubbio uno dei più colpiti dalla pandemia, viene prorogato fino 31 gennaio 2021 il credito d'imposta per le imprese di produzione cinematografica e audiovisiva al fine di attrarre investimenti.

Emergenza Covid

[Torna su]

Il provvedimento proroga alcuni termini legati all'emergenza epidemiologica (indicati nell'allegato 1 del decreto, ma non ancora disponibile) in corso fino al primo marzo 2021 nei limiti delle risorse autorizzate. Termini che fanno riferimento al potenziamento delle reti di assistenza territoriale, alle disposizioni pensate per rendere più agevole l'acquisizione di dispositivi di protezione e medicali, alla permanenza in servizio del personale sanitario, alle disposizioni straordinarie emanate per produrre mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione industriale, alle misure di protezione per i lavoratori e la collettività e all'avvio di specifiche funzioni di assistenza per l'emergenza COVID-19.

Digitalizzazione di scuole e ospedali

Semplificazioni per quanto riguarda i lavori relativi ai collegamenti in fibra ottica ad alta velocità degli edifici scolastici del sistema nazionale d'istruzione.

Sfratti bloccati fino a giugno 2021

[Torna su]

Per andare incontro a quanti, a causa dell'emergenza Covid, non riescono a far fronte al pagamento dei canoni di locazione il decreto prevede il blocco degli sfratti fino al mese di giugno 2021. Misura che, ovviamente, ha già ricevuto le critiche di Confedilizia.

Slitta di un mese la lotteria degli scontrini

[Torna su]

Slittamento di un mese per quanto riguarda la lotteria degli scontrini per dare la possibilità ai commercianti di adeguarsi. Si parte quindi dal 1° febbraio 2021. In questo modo gli esercenti che non rilasciano il documento possono essere segnatati a partire dal 1° marzo 2021.

Smart working fino al 31 marzo 2021

[Torna su]
I genitori con figli di età non superiore ai 14 anni viene data la possibilità di beneficiare del lavoro in modalità smart working per tutta la durata del periodo emergenziale, in ogni caso non oltre il 31 marzo 2021.

Adeguamenti pedaggi autostradali rinviati e 6 mesi in più ad Alitalia

[Torna su]

I nuovi piani economici delle concessioni delle autostrade possono essere perfezionati fino a luglio 2021, in questo modo si rinvia anche l'adeguamento delle tariffe autostradali. Concessi sei mesi ad Alitalia, dal 31 dicembre 2020 al 30 giugno 2021, per la restituzione del prestito di 400 milioni concesso nel 2019 per sostenere il costo del trasferimento dei complessi aziendali.

Bonus viaggio fino al 30 giugno 2021

[Torna su]

Prorogato al 30 giugno 2021 il "bonus viaggio" previsto dal decreto Rilancio, che permette di usufruire di un bonus pari al 50% della spesa sostenuta per gli spostamenti in taxi o con Ncc per le persone con impedimenti fisici, mobilità ridotta e patologie accertate, che fanno parte di nuclei familiari più esposti agli effetti economici dell'emergenza Covid o che si trovano in stato di bisogno e che risiedono in comuni capoluogo.

Più tempo per sostenere gli esami della patente

[Torna su]

Alla luce della situazione emergenziale sanitaria in corso, per quanto riguarda la patente di guida, si dispone che la prova di controllo delle cognizioni verrà espletata entro un anno dalla data di presentazione della domanda.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: