C'è la prima bozza della manovra 2021 che contiene dalle novità fiscali alle misure sul lavoro. Nuovi bonus per famiglie e partite IVA e misure di semplificazione fiscale
chiave con 2021 che apre porta concetto di progetti e obiettivi da raggiungere

Manovra 2021, ecco cosa contiene la prima bozza

[Torna su]

Arriva la prima bozza della manovra per il 2021. Il testo della Legge di Bilancio 2021 contiene importanti novità fiscali e sul lavoro. Il testo, la cui bozza porta la data del 13 novembre 2020, è composto da 243 articoli, 21 capitoli. Nella bozza è prevista, tra l'altro l'istituzione del fondo delega per la riforma fiscale, viene confermato l'assegno unico. Bonus casa, prorogati per tutto il 2021, niente da fare per superbonus del 110%.

Prorogate anche cassa integrazione, rinnovo per bonus bebè e novità in materia di pensioni. Confermato l'avvio della lotteria degli scontrini solo per i pagamenti con carte e bancomat.

Ecco i contenuti più importanti.

Riforma fiscale: assegno unico figli e misure anticovid

[Torna su]

Parte la riforma fiscale in primis, con l'assegno unico per i figli (previsto il primo luglio) e poi le misure a sostegno del lavoro e delle famiglie. Per l'assegno unico sono stanziati 3 miliardi aggiuntivi nel 2021. Altri 4 miliardi di euro vengono complessivamente stanziati per la riforma fiscale: per il 2022 la revisione del sistema di tassazione dei redditi può contare su 2,5 miliardi, 1,5 miliardi sono invece stanziati per il 2023. Con la riforma arriva il Fondo per la fedeltà fiscale, in piedi grazie alle risorse permanenti derivanti dal miglioramento dell'adempimento spontaneo. Previsto anche il nuovo bonus assunzioni che nel 2021 sarà pari a 36 mesi. Vi potranno accedere i datori di lavoro che assumeranno nuovi lavoratori di età non superiore a 35 anni.

L'esonero contributivo, pari ad un massimo di 6.000 euro, è circoscritto alle imprese con sede o unità produttiva nelle regioni Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna.

In bozza ci sono anche quattro miliardi nel 2021 per finanziare le misure anti Covid; confermata l'istituzione di un fondo specifico per "consentire il tempestivo adeguamento" degli interventi "di sostegno alle attività produttive".

Proroga della cassa integrazione Covid-19

[Torna su]

C'è la proroga della cassa integrazione Covid-19, infatti la bozza della Legge di Bilancio prevede ulteriori 12 settimane di ammortizzatori sociali, da fruire entro il 31 marzo 2021. Stesso limite anche per il divieto di licenziamento così come per la fruizione dell'esonero dal versamento dei contributi previdenziali per i datori di lavoro che rinunciano alla cassa integrazione. La mini riforma delle pensioni 2021 ancora proroga Opzione donna e l'Ape sociale, che viene estesa anche ai soggetti disoccupati che non hanno potuto beneficiare dell'indennità di disoccupazione per carenza del requisito assicurativo e contributivo.

Semplificazioni fiscali

[Torna su]

I titolari di partita IVA con volume d'affari non superiore a 400.000 euro in caso di esercizio di attività la prestazione di servizi, e 700.000 euro, per le imprese che esercitano altre attività, potranno annotare trimestralmente e non ogni mese le fatture nei registri IVA, con le stesse tempistiche previste per la liquidazione dell'IVA. Ricordiamo che dal 1° gennaio 2022 viene meno l'esterometro. L'invio dei dati relativi alle operazioni con l'estero avverrà tramite il Sistema di Interscambio.

Per quanto riguarda precompilate IVA, che l'Agenzia delle Entrate potrà utilizzare anche i dati presenti in Anagrafe Tributaria (Lipe e dichiarazioni IVA degli anni precedenti). La bozza proroga inoltre il divieto di fatturazione elettronica per le prestazioni sanitarie nei confronti di persone fisiche.

Proroga agevolazioni edilizie

[Torna su]

La bozza della manovra per il 2021 proroga le agevolazioni edilizie: rifacimento facciate al bonus verde, al 31 dicembre 2021. Per bonus facciate, ecobonus, bonus mobili e bonus verde, la legge di bilancio conferma l'impianto di questi sconti fiscali e conferma anche lo sgravio del bonus verde. Rinnovato fino al 2026 il bonus motocicli e scooter elettrici. Lo sconto in questo caso sarà del 30% fino a 3 mila euro per acquisto senza rottamazione. Non previsto nella bozza della Manovra di bilancio il rinnovo del superbonus del 110%.

Lotteria degli scontrini

[Torna su]

La bozza stabilisce che la lotteria degli scontrini diventa una vincita a premi per acquisti effettuati senza contanti. L'obiettivo è sostenere l'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, prevedendo premi soltanto nel caso di pagamenti elettronici per «assicurare le conseguenti sinergie con altre iniziative poste in essere per incentivare l'utilizzo di strumenti di pagamento elettronici all' interno del Piano Italia Cashless». Un tempo maggiore è previsto per l'adeguamento ai sistemi evoluti di incasso dei registratori telematici: dal primo gennaio l'operatività è spostata al primo luglio 2021. Sul piano cashless arriva l'interpretazione che i rimborsi attribuiti per gli acquisti con strumenti di pagamento elettronici non concorrono a formare il reddito del percipiente.

Nel fondo per la fedeltà fiscale da 4 miliardi per il 2022 e il 2023 confluiranno gli introiti della componente permanente delle maggiori entrate da miglioramento della compliance. L'esecutivo vorrebbe destinare alla riduzione della pressione fiscale il recupero di gettito derivante dalle misure di contrasto all'evasione, tra cui quindi anche quella in tema di incentivi all'utilizzo di pagamenti elettronici.

Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: