Secondo la circolare del Miur, fino al manifestarsi dei sintomi della malattia, il lavoratore è in grado di espletare la propria attività professionale in forme diverse
insegnante che fa lezione a distanza da pc

Didattica a distanza, il contenuto della circolare

[Torna su]

I docenti in quarantena o in isolamento devono comunque proseguire l'insegnamento con la didattica a distanza. A stabilirlo è la circolare (in allegato) diffusa dal capo dipartimento del ministero dell'Istruzione che contiene "Indicazioni operative per lo svolgimento delle attività didattiche nelle scuole del territorio nazionale in materia di Didattica digitale integrata e di attuazione del decreto del Ministro della pubblica amministrazione 19 ottobre 2020". Il provvedimento ha l'obiettivo di garantire comunque il diritto allo studio. Nello specifico «le prestazioni lavorative dei docenti, si sostanziano nelle attività di didattica digitale integrata per garantire la realizzazione in concreto del diritto allo studio». Nello specifico «Fino all'eventuale manifestarsi dei sintomi della malattia, il lavoratore non è da ritenersi incapace temporaneamente al lavoro ed è dunque in grado di espletare la propria attività professionale in forme diverse».

Quarantena e lavoro, cosa dice l'Inps

[Torna su]

La circolare del Ministero dell'Istruzione ricorda che anche l'Inps "ha evidenziato che lo stato di quarantena "non configura un'incapacità temporanea al lavoro per una patologia in fase acuta tale da impedire in assoluto lo svolgimento dell'attività lavorativa". Dunque "fino all'eventuale manifestarsi dei sintomi della malattia, benché il periodo di quarantena sia equiparato, come si è visto, al ricovero ospedaliero, il lavoratore non è da ritenersi incapace temporaneamente al lavoro ed è dunque in grado di espletare la propria attività professionale in forme diverse".

Didattica a distanza, l'obbligo anche nel contratto integrativo

[Torna su]

Sulla previsione dell'obbligo anche nel contratto integrativo si registra invece una spaccatura da parte dei sindacati. Da un lato l'obbligo per i docenti in quarantena o in isolamento fiduciario di prestare attività didattica a distanza è previsto anche in un contratto integrativo sulla didattica a distanza sottoscritto finora da Anief e dalla Cisl. Dall'altro ci sono Uil e la Gilda che non hanno firmato. Da Flc Cgil e Snals invece si aspetta ancora una risposta.

Scarica pdf circolare Miur 26.10.2020
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: