Intanto a settembre 2020 scadrà il reddito di cittadinanza per i percettori che hanno fatto domanda da marzo 2019
reddito di cittadinanza

di Gabriella Lax - Tante novità per chi usufruisce del reddito di cittadinanza arrivano anche dal decreto Rilancio. A settembre 2020 scadrà il reddito di cittadinanza per i percettori che hanno fatto domanda da marzo 2019. La misura di sostegno all'occupazione sarà comunque rinnovabile, ma non in automatico. Servirà presentare una nuova domanda.

Reddito di cittadinanza, le novità del decreto Rilancio

[Torna su]

Il decreto Rilancio ha esteso per ulteriori due mesi la sospensione della condizionalità del reddito di cittadinanza già disposta dal decreto Cura Italia fino al 17 maggio. Altri due mesi ossia Questo significa che fino al 18 luglio, i percettori del reddito di cittadinanza non saranno obbligati a recarsi fisicamente nei centri per l'impiego per partecipare ad attività di formazione professionale e orientamento al lavoro.

Le possibilità per i percettori del RdC

[Torna su]

Chi percepisce il rdc potrà partecipare al bando della protezione civile per svolgere il ruolo, fino al 31 luglio, di assistente civico. Inoltre, sempre il decreto Rilancio stabilisce che i beneficiari del reddito di cittadinanza possano stipulare contratti a termine fino a 30 giorni, rinnovabili per 30 giorni, per un ammontare retributivo massimo di 2mila euro, con datori di lavoro del settore agricolo, senza subire la perdita o la riduzione dei benefici. A questo si aggiunga che, le linee guida dall'Ufficio di presidenza di Anci Liguria prevedono la possibilità di utilizzare chi ha il reddito di cittadinanza per fare lo steward sulle spiagge libere.

Reddito di cittadinanza in scadenza, le novità

[Torna su]

Chi comunque ha fatto domanda per il reddito di cittadinanza nella prima tornata, ossia marzo 2019, è prossimo alla scadenza. In questi casi, considerato che il rdc viene erogato per un massimo di diciotto mesi, terminerà a settembre 2020 e il rinnovo non avviene in automatico. I soggetti beneficiari potranno comunque ripresentare la domanda (ex novo), sussistendone i requisiti

La novità è costituita dal fatto che, per continuare a beneficiare del reddito di cittadinanza per altri 18 mesi, bisognerà accettare un'offerta di lavoro, ovunque essa si trovi in tutto il Paese. Per presentare la domanda servirà: modulo SR180 per la domanda RdC/PdC; ISEE aggiornato al 2020 (lo stesso che avete richiesto a gennaio 2020 per far sì che il reddito di cittadinanza continuasse ad essere erogato). si ricorda infine che la richiesta potrà essere presentata dopo un mese dalla decadenza del reddito di cittadinanza.

Condividi
Feedback

Foto: blog delle stelle
In evidenza oggi: