A stabilirlo un'ordinanza del sindaco di Trino e, sempre in Piemonte, ad Aqui Terme, in provincia di Alessandria
Difese dai virus

di Gabriella Lax - Da quando è esplosa l'emergenza contagio da coronavirus, per la maggior parte delle persone, le mascherine, insieme ai guanti, si sono trasformate negli alleati ideali. Per questo ci sono comuni in cui l'uso delle mascherine è obbligatorio per uscire di casa, pena, in caso di violazione, multe salatissime.

Mascherine obbligatorie a Trino: multe da 25 a 250 euro in caso di violazione

[Torna su]

A Trino in provincia di Vercelli, chi va in giro senza mascherina rischia una multa dai 25 ai 250 euro. A stabilirlo un'ordinanza del sindaco Daniele Pane. La mascherina va indossata quando si viene a contatto con altri o quando si entra in esercizi commerciali o uffici pubblici. Stessa prescrizione per chi lavora in queste attività. Il primo cittadino però non si è limitato a stabilire l'obbligatorietà dei presidi sanitari, ma ha prescritto obblighi in relazione ai tragitti da fare per chi esce: : quello più breve per raggiungere il lavoro, l'attività commerciale o l'ufficio pubblico. Vietati invece "tutti i percorsi diversi" così da limitare il più possibile la permanenza fuori dall'abitazione.

Ad Aqui Terme multa da 50 euro

[Torna su]

L'esempio di Trino è stato seguito da un'altra città del Piemonte, Aqui Terme, in provinca di Alessandria, dove chi non porta le mascherine dovrà pagare una multa da 50 euro. Per chi non le trovasse c'è però la possibilità di ritirarle nella sede della protezione civile.

Il dibattito sull'uso della mascherina in America

[Torna su]

Lo scopo della mascherina è chiaro: fare in modo che si possano assorbire, immediatamente e del tutto, le goccioline salivari provenienti da tosse, starnuti o dalla semplice conversazione. Considerato che goccioline, lo ricordiamo, sono state indicate da molti esperti come una delle principali vie di contagio del coronavirus.

A inizio marzo, negli Usa, il Surgeon General americano Jerome Adams, portavoce delle questioni di salute pubblica all'interno del governo federale, aveva detto che indossare maschere per il viso rischiava di aumentare il rischio di una persona di contrarre il virus, tanto che aveva invitato le persone a "smettere di comprare maschere".

Su una posizione simile, il vicepresidente Mike Pence, capo della task force americana sul coronavirus, secondo cui "l'americano medio" non avrebbe avuto bisogno di "uscire e comprare" una mascherina per proteggersi dal coronavirus. Idea che attualmente, con gli Stati uniti primo Paese al mondo per la diffsuione del contagio, sicuramente sono state riviste.

Condividi
Feedback

(02/04/2020 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: