Restare in contatto con collaboratori e clienti anche da casa, e continuare a svolgere la propria attività anche con il supporto di LegalePerMe.it, la piattaforma di contatto tra cittadini e aziende che cercano un avvocato e i migliori avvocati
uomo mostra biglietto con scritto ricominciare

di Redazione - Mai come in questo momento così difficile e di profonda incertezza, determinato dall'emergenza sanitaria del covid-19, la digital transformation "obbligata" può aiutare i professionisti ad abbracciare un nuovo approccio culturale.

Le video conferenze, le chat, le email e le videochiamate sono diventate ora strumenti indispensabili per mantenere i contatti con clienti e collaboratori anche da casa, in un'ottica di smartworking e lavoro agile.

E per il futuro, quando l'emergenza finalmente cesserà?

Il digitale e la tecnologia saranno strumenti fondamentali per gli avvocati: per riprendere, con rinnovata energia, la propria attività cogliendo tutte le opportunità da esse offerte.

Attenzione però: occorre anche un diverso approccio e una nuova mentalità, basata sulla capacità di innovare, di sperimentare, di essere pronti al cambiamento, di coltivare una cultura della decisione rapida.

Avvocati, sfruttare le potenzialità del web per aumentare visibilità e clientela

Alla luce di questo, essere presenti online diventa quindi di importanza strategica per la professione legale.

Il web può essere una risorsa inesauribile di occasioni e opportunità: per acquisire clienti altrimenti irraggiungibili, per aumentare la riconoscibilità e autorevolezza, per ampliare il pubblico dello studio.

In ultima istanza, la rete può diventare una chiave di successo!

Ma come rendere efficace la propria presenza su internet in modo che l'esperienza e la professionalità del legale sia accessibile a tutti?

LegalePerMe.it mette in contatto i migliori avvocati con i cittadini

L'Italia conta oggi più di 237mila avvocati e LegalePerme.it si rivolge proprio a loro, proponendo al professionista uno strumento facile, immediato ed efficace per avere visibilità e trovare nuovi clienti sul web.

LegalePerMe.it fa parte della multinazionale Digital Directories: in Francia è oggi leader del settore con 3.500 avvocati iscritti, ed è presente anche in Belgio e nel Regno Unito.

Forte dell'expertise maturata in Francia, LegalePerMe.it si pone come uno strumento autorevole e indispensabile a supportare gli avvocati nel necessario processo di digitalizzazione, consentendo loro di essere presenti, di avere visibilità in rete, di essere contattato da potenziali clienti.

Come?

- Con una pagina profilo indicizzata e visibile nei primi risultati dei motori di ricerca

- Con una corretta visibilità su Google grazie alle campagne Ads e all'attività SEO

- Con la possibilità di diventare protagonisti di interviste, approfondimenti e guide legali.
I contributi sono pubblicati sul blog e sui canali social di LegalePerMe.it, sul sito web dell'avvocato che ha contribuito e su eventuali siti partner e riviste online.
L'obiettivo con quest'attività è offrire al professionista autorevolezza e visibilità in rete.

- Con attività di networking, condivisione e training, offerti dai nostri business coach ed esperti di marketing online. Per esempio, in questo mese abbiamo organizzato un webinar in cui parliamo di come valorizzare la propria immagine nella rete professionale più famosa e conosciuta del mondo, LinkedIn.

Tutti i servizi sono compresi nell'abbonamento annuale, e inoltre gli iscritti alla piattaforma possono contare sul supporto costante del customer care e su incontri trimestrali di confronto e di condivisione dei risultati con un Customer Manager.

Luisella Baretti, General Manager del gruppo in Italia, che nella sede di Milano coordina il servizio con un'equipe di digital marketers, CRM, sales, e con il supporto di consulenti web tecnici e creativi, afferma: "La nostra forza è beneficiare dell'expertise del brand francese che in quattro anni è divenuto leader di mercato con una percentuale altissima di clienti soddisfatti".

"Certo ogni mercato ha le sue caratteristiche peculiari" continua la manager. "In Italia per trovare un avvocato di fiducia funziona ancora molto il passaparola, ma qualsiasi nome ci arrivi all'orecchio la prima cosa che facciamo è comunque quella di cercarlo in rete. Presidiare il web oggi è fondamentale in qualsiasi campo".

Uno strumento utile per i privati e le aziende che cercano un avvocato

Legaleperme.it è la risposta giusta per i tanti cittadini, professionisti e piccole e medie aziende che si affidano al web anche nella ricerca di una consulenza legale.

Con un linguaggio semplice e un'interfaccia chiara e user friendly, chiunque può trovare, gratuitamente e senza doversi registrare, l'avvocato più adatto alle sue esigenze. Servizi offerti, specializzazioni, formazione, lingue parlate, indirizzo, recapiti e foto sono immediatamente disponibili per l'utente che può contattare immediatamente i professionisti e gli studi presenti sul sito.

Oltre alla possibilità di effettuare la ricerca per città, la divisione in aree di competenza permette di focalizzare ulteriormente la ricerca.

Con il suo blog, Legaleperme.it è inoltre uno strumento utile anche per quanti cercano risposte a problemi legali grandi e piccoli: cosa fare se un lavoratore è stato licenziato ingiustamente? Cosa succede se l'ascensore condominiale ha un problema? A chi rivolgerci se vogliamo rivedere le condizioni di affido della sentenza di divorzio?

A queste domande Legaleperme.it fornisce risposte e approfondimenti, reperibili gratuitamente sul sito grazie anche agli avvocati partner del progetto. Non solo uno strumento di incontro tra domanda e offerta, quindi, ma anche di approfondimento su tanti temi che devono affrontare giornalmente cittadini, professionisti e aziende.

Per maggiori informazioni:

https://www.legaleperme.it/richiesta-informazioni

infoavvocati@legaleperme.it

Tel. 02 94758911

Condividi
Feedback

(25/03/2020 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!
» Coronavirus: proroga misure fino al 13 aprile