Procede il cammino tecnologico della carta d'identità elettronica. Si chiamerà "Carta unica" perché consentirà ai cittadini di avere nello stesso documento codice fiscale, patente, bancomat e altro ancora
carta di identita elettronica

di Gabriella Lax - La tecnologia cambia rapidamente la vita: si è passati dalla carta d'identità appunto sul cartaceo, alla Cie, la carta d'identità elettronica. Nello specifico intanto, grazie ad un accordo tra Inps e il Poligrafico e Zecca dello Stato, i soggetti in possesso della Cie potranno verificare la propria posizione contributiva o previdenziale, consultare il cedolino della pensione, utilizzare il portale dei pagamenti e accedere ai servizi per i lavoratori. Ma la vera novità in arrivo è la "Carta unica", ossia un solo documento che varrà non solo come documento d'identità, ma altresì come patente, tessera sanitaria, bancomat e altro ancora.

L'inserimento nel decreto Milleproroghe

[Torna su]

E non è fantascienza. L'annuncio arriva dal sottosegretario all'Economia, Alessio Villarosa, promotore dell'iniziativa che potrebbe essere introdotta molto presto inserendola come emendamento al decreto Milleproroghe. Anche in questa direzione si starebbe muovendo il governo grazie all'attività iniziativa portata avanti di concerto dal ministero per l'Innovazione tecnologica. Ci sarebbe da capire, soprattutto da un punto di vista tecnico, se il provvedimento sulla Carta Unica possa essere inserito nel Milleproroghe o se sarà necessario un altro tipo di provvedimento.

Cosa si potrà fare con la carta d'identità 3.0?

[Torna su]

Quali sono le peculiarità della Carta unica? Intanto un solo documento potrà contenere la carta d'identità, la patente, il codice fiscale e anche strumenti di pagamenti, come bancomat. Alcune funzioni sono già presenti adesso e danno la possibilità, ad esempio, di fare acquisti in farmacia al posto della tessera sanitaria, permettendo ugualmente di far accedere il contribuente alle detrazioni previste per gli acquisti dei farmaci.

Accesso a tutti i servizi della P.A.

[Torna su]

A chiarire ulteriormente gli intenti dell'esecutivo, Villarosa afferma «È pronto l'intervento normativo governativo che darà alla luce il progetto Carta Unica: ho spinto con audacia il più grande progetto di semplificazione e sburocratizzazione della Repubblica italiana». Dunque la carta d'identità elettronica «garantirà l'accesso a tutti i servizi della pubblica amministrazione in modo completamente gratuito. Anche le banche ed i prestatori di servizi di pagamento potranno utilizzare la carta d'identità per l'accesso al conto corrente».

Condividi
Feedback

Foto: interno.gov.it
In evidenza oggi: