Cos'è il testamento, quali caratteristiche lo connotano e le diverse tipologie previste dal nostro ordinamento (olografo, pubblico, segreto e speciale)
testamento scritto su un foglio

di Valeria Zeppilli - ll testamento è l'atto unilaterale recettizio con il quale è possibile disporre delle sorti dei propri beni dopo la propria morte.

Cos'è il testamento

[Torna su]

Una definizione più tecnica di testamento si rinviene nell'articolo 587 del codice civile, per il quale "Il testamento è un atto revocabile con il quale taluno dispone, per il tempo in cui avrà cessato di vivere, di tutte le proprie sostanze o di parte di esse".

Caratteristiche del testamento

[Torna su]

Il testamento si caratterizza, quindi, innanzitutto per la revocabilità. Chi ha fatto testamento, infatti, sino a che non muore può sempre modificare quanto disposto con tale atto.

Si tratta, poi, di un atto personale, che, pertanto, non può essere redatto da terze persone.

Altra caratteristica del testamento è la libertà che il testatore ha nel deciderne il contenuto.

Tale libertà, tuttavia, non è totale e assoluta, ma incontra alcuni limiti: occorre rispettare i diritti degli eventuali eredi legittimari, che, per legge, hanno sempre e comunque diritto a una quota del patrimonio del defunto e che coincidono con i parenti più stretti.

Per il resto, la libertà del testatore è presidiata da importanti tutele, che coincidono con il divieto di patti successori, di testamento congiunto e di testamento reciproco.

Testamento olografo

[Torna su]

Nel nostro ordinamento, sono previste diverse tipologie di testamento.

Il più semplice e diffuso è il testamento ologafo, che è quello scritto direttamente dal testatore di proprio pugno. Esso può essere redatto su qualsiasi foglio, purché sia scritto a mano, datato e sottoscritto.

Testamento pubblico

[Torna su]

Il testamento pubblico, invece, è quello che viene redatto dinanzi a un Notaio, che si occupa di mettere per iscritto la volontà che il testatore gli comunica, alla presenza di due testimoni.

Testamento segreto

[Torna su]

Un'ulteriore tipologia di testamento coincide con il testamento segreto.

Questo è consegnato dalla parte al Notaio, sempre alla presenza di due testimoni, ma senza riferirgli il contenuto. Il Notaio si limita a riceverlo, sigillandolo se non vi ha già provveduto il testatore.

Per la validità del testamento segreto non è richiesto che il testo sia scritto interamente di pugno dal testatore, in quanto lo stesso è valido anche se scritto da terze persone o a macchina purché sia firmato in ogni mezzo foglio.

Testamenti speciali

[Torna su]

Quando non è possibile fare testamento nelle modalità ordinarie previste dal nostro ordinamento, si può fare ricorso ai testamenti speciali, che non devono rispettare le formalità altrimenti richieste ma per i quali sono previste delle semplificazioni.

Più precisamente, i testamenti speciali validi, alle condizioni previste a seconda dei casi, sono solo i seguenti:

  • testamento fatto in caso di malattia, calamità e infortuni
  • testamento a bordo di nave
  • testamento a bordo di aeromobile
  • testamento dei militari
Leggi anche:
- Testamento: come si desume la volontà del testatore?
- Il testamento segreto
- Il testamento pubblico
- La pubblicazione del testamento olografo
- Il testamento congiuntivo

Valeria Zeppilli
Avv. Valeria Zeppilli (profilo e articoli)
Consulenza Legale
E-mail: valeria.zeppilli@gmail.com
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
Condividi
Feedback

Foto: 123rf.com
In evidenza oggi: