Sei in: Home » Articoli

Lite temeraria: anche la giustizia va risarcita

Condividi
Seguici

Il ddl di riforma del processo civile pone l'amministrazione della giustizia tra i soggetti danneggiati dalla responsabilità processuale aggravata
giudice giustizia bilancia cassazione sentenza

di Valeria Zeppilli - In attesa dell'approvazione definitiva, ha iniziato a circolare la bozza del ddl di riforma della giustizia, (anticipata da Cassazione.net e sotto allegata), dalla quale è possibile rendersi conto della portata del riordino che si propone di assumere.

Leggendo tra le varie previsioni, balza agli occhi la nuova regolazione delle conseguenze della responsabilità processuale aggravata:

  1. Danni alla giustizia
  2. Collaborazione delle parti e dei terzi
  3. Riforma processo civile e penale e della magistratura

Danni alla giustizia

La riforma prevede, infatti, che in caso di lite temeraria anche l'amministrazione della Giustizia debba essere considerata un soggetto danneggiato.

Di conseguenza, chi viene condannato per responsabilità processuale aggravata dovrà pagare delle specifiche sanzioni a favore della Cassa delle ammende.

Collaborazione delle parti e dei terzi

La previsione è contenuta nell'articolo relativo ai doveri di collaborazione delle parti e dei terzi.

Questo prevede anche l'introduzione di conseguenze processuali e sanzioni pecuniarie per tutti coloro che rifiutano ingiustificatamente di consentire l'ispezione di cui all'articolo 118 c.p.c. e per tutti coloro che non adempiono senza giustificazione all'ordine di esibizione di cui all'articolo 210 c.p.c.

PA: informazioni entro termini ben precisi

Infine, viene stabilito un termine non superiore a sessanta giorni entro il quale la PA deve trasmettere le informazioni che le sono state richieste ai sensi dell'articolo 213 c.p.c. o comunicare le ragioni del diniego.

Riforma processo civile e penale e della magistratura

Quelle appena citate rappresentano solo una minima parte delle innumerevoli previsioni del ddl, tese, nel loro complesso, a rendere più efficiente tutto il sistema giustizia.

Le novità proposte, infatti, riguardano molti altri aspetti del processo civile, ma anche il processo penale e la magistratura.

Leggi anche:

- Riforma processo civile e penale: verso l'epilogo

- Decreto ingiuntivo senza giudice

Scarica pdf ddl riforma giustizia
Valeria Zeppilli
Consulenza Legale
Avvocato e dottore di ricerca in Scienze giuridiche, dal 2015 fa parte della redazione di Studio Cataldi -- Il diritto quotidiano. Collabora con la cattedra di diritto del lavoro, diritto sindacale e diritto delle relazioni industriali dell'Università 'G. D'Annunzio' di Chieti - Pescara.
(29/07/2019 - Valeria Zeppilli)
In evidenza oggi:
» Danno biologico: via libera alle nuove tabelle, indennizzi aumentati del 40%
» Addio raccomandate, arriva la cartella digitale

Newsletter f t in Rss