Sei in: Home » Articoli

Violenza donne: ok legge codice rosso

Condividi
Seguici

La commissione giustizia ha dato il via libera per l'aula al testo di legge su codice rosso. Evangelista: "con il voto del Senato Italia passo importante". Arriva reato revenge porn
donna che ha subito violenza dietro una pellicola

di Redazione - "Con l'ok della Commissione Giustizia del Senato alla legge 'Codice Rosso' si avvicina una svolta decisiva nella battaglia contro la violenza sulle donne". Lo scrive su Twitter il ministro per la Pubblica amministrazione, Giulia Bongiorno, a margine del via libera da parte della commissione al testo di legge.

La commissione di Palazzo Madama infatti ha respinto in blocco il centinaio di emendamenti, depositati dalle opposizioni, al testo sul Codice Rosso per il contrasto alla violenza di genere, dando così il via libera per l'aula al testo, già approvato dalla Camera nei mesi scorsi, conferendo mandato di relatrice a Lucia Evangelista (M5S) e ad Emanuele Pellegrini (Lega).

Codice Rosso, le novità

La legge sarà quindi approvata nel testo già licenziato da Montecitorio (leggi Codice Rosso: ok della Camera, ecco cosa prevede)

Soddisfatta la senatrice M5S Elvira Evangelista, relatrice della legge. "Codice Rosso ha concluso il suo iter in commissione Giustizia al Senato, manca solo il voto dell'aula per far fare all'Italia un passo veramente importante" ha dichiarato infatti.

"Lo Stato interviene con misure forti ed efficaci nel contrasto al femminicidio e allo stalking, alla violenza di genere, a soprusi e maltrattamenti tra le mura domestiche; contro la deformazione del volto e i matrimoni forzati; a tutela della serenità e incolumità dei bambini" ha affermato la senatrice, ricordando che inoltre, "nasce finalmente il reato di revenge porn, una battaglia che noi del MoVimento 5 Stelle abbiamo condotto con impegno e passione in questo primo anno di governo: basta impunità per chi rovina la vita di una persona lanciando nel fango del web sue immagini intime!".

(09/07/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Assegno di divorzio una tantum non deducibile
» Risarcisce il padre la madre che impedisce gli incontri col figlio

Newsletter f t in Rss