Sei in: Home » Articoli

Detrazioni fiscali: pubblicata la guida

Condividi
Seguici

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida alle dichiarazioni fiscali e detrazioni, deduzioni e crediti d'imposta per l'anno 2018
uomo con sacco di soldi per la restituzione delle tasse

di Annamaria Villafrate - L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la circolare 13/E contenente la guida alle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche per l'anno 2018 (sotto allegata), comprese detrazioni, deduzioni, crediti di imposta e altri elementi relativi alla compilazione e all'apposizione del visto di conformità.

Le novità più importanti riguardano le detrazioni per il bonus verde e quelle relative alle spese per soggetti affetti da disturbi dell'apprendimento, ma la circolare contiene moltissime informazioni di dettaglio rappresentando una vera e propria guida alle detrazioni fiscali:

  1. La nuova guida alla dichiarazione dei redditi
  2. Bonus verde
  3. Bonus energia
  4. Premi eventi calamitosi
  5. Detrazione spese per minori e maggiori di età affetti da DSA
  6. Spese per abbonamenti servizi trasporto pubblico

La nuova guida alla dichiarazione dei redditi

La Guida dell'Agenzia delle Entrate fornisce, come ogni anno, i chiarimenti necessari e dettagliati sulla compilazione della dichiarazione del redditi delle persone fisiche. Come chiarito nella premessa, la circolare è aggiornata alla luce delle novità legislative e interpretative in materia di detrazione, deduzioni e tutto quanto necessario alla corretta compilazione delle dichiarazioni, seguendo nell'esposizione, l'ordine dei quadri relativi al modello 730/2019.

Bonus verde

La detrazione IRPEF del 36% è prevista fino al limite di 5000 euro per le spese sostenute per sistemare giardini, terrazzi, aree verdi e coperture. La detrazione, da dividere in dieci quote annuali di pari importo nella misura di 180 euro ciascuna, non è prevista se si tratta di opere di manutenzione ordinaria o in economia. La detrazione spetta anche al familiare convivente del possessore o detentore dell'immobile, intendendosi per familiari il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo.

Bonus energia

La circolare ribadisce che, in mancanza di una previsione normativa specifica, se non vengono trasmesse o vengono trasmesse in ritardo al sito dell'ENEA le informazioni necessarie per poter usufruire della detrazione fiscale prevista per chi effettua opere di recupero del patrimonio edilizio che hanno come effetto il risparmio energetico, il diritto all'agevolazione spetta comunque.

Premi eventi calamitosi

Per quanto riguarda invece le spese sostenute per i premi assicurativi che hanno ad oggetto il rischio contro eventi di natura calamitosa stipulati per immobili residenziali e loro pertinenze, è prevista la detrazione del 19%. La detrazione spetta per le polizze stipulate a partire dal primo gennaio 2018 e per quelle in rinnovo del contratto preesistente (sempre a decorrere dal primo gennaio 2018), perché assimilabili alla stipula di un contratto ex-novo.

La circolare precisa poi che: "In caso di polizze "multirischio", la detrazione spetta limitatamente alla componente di premio relativa alle garanzie a copertura degli eventi calamitosi." La detrazione viene disposta a favore del contraente della polizza, anche se l'immobile non è a lui intestato, poiché l'agevolazione si riferisce al bene, non alla persona.

Detrazione spese per minori e maggiori di età affetti da DSA

Dal primo gennaio 2018 si può detrarre il 19% delle spese sostenute in favore di minori e maggiori di età affetti da DSA (disturbo specifico dell'apprendimento). Le spese devono essere relative all'acquisto di sussidi tecnici e informatici per l'apprendimento e strumenti compensativi in grado di favorire la comunicazione e lo studio delle lingue straniere.

Per avere diritto alla prestazione però è necessario che il disturbo sia certificato dal Servizio sanitario nazionale, specialisti o strutture accreditate e che da questa certificazione risulti il collegamento funzionale tra gli strumenti acquistati e il DSA.

Spese per abbonamenti servizi trasporto pubblico

Dal 1┬░ gennaio 2018, è prevista la possibilità di detrarre il 19% delle spese sostenute per l'acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, purché acquistato entro il 31 dicembre 2018, indipendentemente dal periodo di decorrenza della validità e con un limite di spesa di 250 euro. La detrazione è riconosciuta anche se l'acquisto dell'abbonamento viene effettuato in favore di familiari a carico.

Scarica pdf Agenzia Entrate circolare n.13-E-2019
(03/06/2019 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Educazione civica: legge in vigore dal 5 settembre
» Cassazione: carcere per chi insulta lo Stato su Facebook
» La querela di falso
» La particolare tenuitÓ del fatto
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f t in Rss