Sei in: Home » Articoli

Arriva il "Bonus trasporto pubblico"

L'Agenzia delle entrate ricorda che le spese sostenute per gli abbonamenti a metropolitana, trasporto pubblico locale, regionale o interregionale possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi
passeggero che cerca di prendere autobus

di Gabriella Lax – Arriva il "bonus trasporto pubblico" che consente di detrarre nella dichiarazione dei redditi 2019 le spese sostenute per gli abbonamenti a metropolitana, trasporto pubblico locale, regionale o interregionale. A ricordarlo, in un tweet, č l'Agenzia delle entrate.

Che cos'č il bonus trasporto pubblico

E' stata la legge di Bilancio 2018 ad introdurre una detrazione Irpef del 19% per le spese sostenute per l'acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, su un costo annuo massimo di 250 euro.
il bonus ha come oggetto sia le spese sostenute direttamente dal contribuente per l'acquisto di un abbonamento del trasporto pubblico, sia le spese fatte per conto dei familiari a carico dal punto di vista fiscale.

Come usufruire del bonus trasporto pubblico

Il sito dell'Agenzia delle entrate chiarisce che per le detrazioni relative all'acquisto dell'abbonamento da parte dei cittadini e dei familiari a carico č necessario conservare il titolo di viaggio e la documentazione relativa al pagamento.

In conclusione «non concorrono a formare reddito di lavoro le somme erogate o rimborsate ai dipendenti dal datore di lavoro o le spese sostenute direttamente da quest'ultimo per l'acquisto degli abbonamenti per il trasporto pubblico del dipendente e dei suoi familiari».

(11/09/2018 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio divorzio breve, arriva la mediazione

Newsletter f g+ t in Rss