Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocato nella Costituzione, il ddl al Senato

Condividi
Seguici

Si tratta di un ddl costituzionale per introdurre la figura dell'avvocato nella Carta costituzionale, presentato dai capigruppo al Senato di Lega, Massimiliano Romeo, e M5S, Stefano Patuanelli
aula tribunale con sfondo legge uguale per tutti

di Gabriella Lax - Un disegno di legge per rafforzare la figura dell'Avvocato in Costituzione. A presentarlo ci hanno pensato i capigruppo al Senato di Lega, Massimiliano Romeo, e M5S, Stefano Patuanelli.

Avvocato nella Costituzione, battaglia del Cnf

Il disegno, che porta avanti una storica battaglia dell'Avvocatura su impulso del Consiglio Nazionale Forense, è stato presentato dalla maggioranza di governo ed è stato annunciato dal presidente della Commissione Giustizia del Senato, Andrea Ostellari in occasione della sessione ulteriore del Congresso Nazionale Forense sul tema "Il Ruolo dell'avvocato per la democrazia e nella Costituzione".

«Questo ci fa ben sperare per un celere percorso parlamentare che coinvolga tutte le forze politiche e che sarà spinto da una Avvocatura unita e compatta» ha dichiarato il presidente del Consiglio nazionale forense Andrea Mascherin durante il congresso. Per il presidente: «La notizia dell'avvio dell'iter rafforza l'idea centrale del nostro congresso che vuole l'avvocatura quale presidio dei diritti di tutti e in particolare dei più deboli. Inizia un cammino costituzionale sul quale sono molto ottimista ed ancora, per il disegno di legge «di cui bisogna dare atto al ministro della Giustizia Bonafede che già al congresso di Catania si era impegnato ad assumere questa iniziativa».

Avvocato nella Costituzione: cosa prevede il ddl

In sostanza il ddl aggiunge la figura e il ruolo dell'avvocato all'articolo 111 della Costituzione, quello sul giusto processo. Come ha ben spiegato Ostellari: «Diamo corso all'impegno preso con il Cnf. Il concetto è che nel processo le parti sono assistite da uno o due avvocati. L'avvocato ha la funzione di garantire l'effettività della tutela dei diritti e il diritto inviolabile alla difesa».

L'art. 111 della Costituzione avrà un comma secondo in cui si parla dell'imprescindibilità dell'avvocato nel processo, ad eccezione dei «casi tassativamente previsti dalla legge», sulla sua «funzione» di garantire l'effettività dei diritti e del diritto inviolabile alla difesa». Ed ancora un terzo comma che sancisce la libertà, autonomia e indipendenza» dell'avvocato.

Il testo sarà assegnato alla Commissione Affari Costituzionali.

Leggi anche L'avvocato nella Costituzione


(11/04/2019 - Gabriella Lax)
In evidenza oggi:
» Cassazione: la busta paga prova le ferie non godute
» Assegno di divorzio: conta anche l'addebito della crisi coniugale
» Fibromialgia: arriva l'invalidit
» Giustizia: arrivano oltre 2.700 assunzioni
» Addio tenore di vita anche per l'assegno di mantenimento

Newsletter f t in Rss