Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Nuova polizza sanitaria avvocati

Condividi
Seguici

Frutto della sinergia tra Cassa forense e Unisalute Spa, la polizza sanitaria collettiva "grandi interventi chirurgici e gravi eventi morbosi", in favore dei propri iscritti, è valida sino al 31 marzo 2022
un medico con stetoscopio mostra un cuore

di Gabriella Lax - Tre anni di validità per la nuova polizza sanitaria collettiva "grandi interventi chirurgici e gravi eventi morbosi". Frutto della sinergia tra Cassa forense e Unisalute Spa a seguito di gara europea.

Cassa forense, nuova polizza sanitaria avvocati

La polizza varrà a favore degli iscritti dal primo aprile al 31 marzo 2022. Come si legge sul sito della Cassa forense, nella nota firmata dal presidente Nunzio Luciano, la polizza è automatica e gratuita per tutti gli Avvocati, Praticanti e Pensionati iscritti a Cassa Forense alla data del 1° aprile 2019 e può essere estesa, con onere a carico dell'iscritto, a tutti i familiari conviventi, con limite di età fissato a 90 anni, previo pagamento di un premio annuo pari ad € 150,00 pro capite. Alla Tutela Sanitaria, con premio a proprio carico, potranno aderire anche i pensionati di Cassa Forense cancellati dagli Albi e i superstiti di avvocato (titolari di pensione di reversibilità o indiretta), con possibilità di estensione della garanzia assicurativa per i rispettivi nuclei familiari, sempre con limite di età fissato a 90 anni e con il versamento del medesimo premio di € 150,00 pro capite. Ecco quali sono stati i miglioramenti rispetto al precedente piano sanitario:

· inserimento di ulteriori grandi interventi chirurgici in copertura;

· aumento dell'importo della diaria giornaliera ad € 195,00 in caso di ricovero per i grandi interventi ed a € 170,00 per grave evento morboso e malattia oncologica;

· incremento dei limiti di massimale relativi ai grandi interventi chirurgici;

· aumento ad € 19.500,00 dei massimali della garanzia oncologica in assistenza indiretta per i ricoveri con intervento e ad € 14.500,00 per i ricoveri senza intervento;

· inserimento della c.d. indennità di convalescenza, che prevede, a determinate condizioni, un indennizzo pari ad € 50,00 per ogni giorno successivo alle dimissioni dall'istituto di cura per un numero di giorni massimo pari a quello del ricovero;

· inserimento nella polizza base di importanti prestazioni extra ospedaliere in precedenza ricomprese soltanto nella polizza integrativa;

· inserimento nella polizza base di un Check-up annuale a carico della Compagnia;

· garanzia sindrome metabolica.

Per ulteriori informazioni basta collegarsi all'apposita pagina polizza sanitaria sul sito della Cassa.

(03/04/2019 - Gabriella Lax) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Educazione civica: legge in vigore dal 5 settembre
» Cassazione: carcere per chi insulta lo Stato su Facebook
» La querela di falso
» La particolare tenuit del fatto
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f t in Rss