Sei in: Home » Articoli
 » Avvocatura

Avvocati: informazioni dalla Cassa via WhatsApp

Condividi
Seguici

Cassa forense informa di avere avviato un nuovo strumento informativo per gli iscritti tramite canale WhatsApp
uomo di affari che invia sms

di Redazione - Informazioni dalla Cassa forense tramite WhatsApp. L'ente degli avvocati infatti ha messo a disposizione degli iscritti un nuovo canale informativo sull'app di messaggistica grazie al quale i professionisti potranno "dialogare con la Cassa mediante il ricorso ad uno strumento moderno e flessibile, conosciuto e utilizzato a livello mondiale".

Cassa Forense su WhatsApp: basta registrare cellulare

Per utilizzare il nuovo servizio, disponibile già dal 18 marzo 2019, basta registrare il proprio numero di cellulare sul portale di Cassa Forense, nella sezione "accesso riservato".

Fatto questo passaggio, si riceverà un messaggio di conferma con un codice per l'attivazione del servizio.

"Ogni iscritto alla Cassa potrà utilizzare un solo numero telefonico che, validato immediatamente dopo la registrazione, consentirà - spiega la nota a firma del presidente Luciano - di accedere al canale di informazioni via WhatsApp nelle giornate dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00".

Le modalità operative, le funzionalità e le garanzie di sicurezza sono quelle tipicamente offerte dalla piattaforma WhatsApp, senza particolari limitazioni.

"Il nuovo canale di informazioni - precisa la nota - non si sostituisce ma si aggiunge a quelli già esistenti (call center, mail, chat, ricevimento diretto) e viene sperimentato, per la prima volta in Italia, da un Ente di previdenza, nell'ottica di offrire una gamma di servizi sempre più moderna ed efficiente ai suoi iscritti".

Per facilitare l'uso dello strumento, la Cassa ha messo a disposizione anche un video tutorial su Youtube, reperibile al link https://www.youtube.com/watch?v=Cx-Ff0c3KEI.

(22/03/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Permesso di costruire rimborsabile se non usato o usato in parte
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Cassazione: reato fingere di amare per farsi pagare
» Minaccia aggravata per chi insulta l'amministratore di condominio
» Ricerca beni da pignorare: ecco le linee guida di Milano

Newsletter f t in Rss