Sei in: Home » Articoli

Legge contro voto di scambio: ok della Camera

Condividi
Seguici

Approvato dalla Camera il ddl contro il voto di scambio già licenziato dal Senato dove deve tornare per il sì definitivo
parola voto per elezioni

di Redazione - Ok alla legge contro il voto di scambio. Montecitorio ha infatti approvato il ddl con 280 sì, 135 no e 10 astenuti. Il testo ora dovrà tornare di nuovo in Senato per il sì definitivo, date le modifiche al nuovo art. 416-ter del codice penale.

Leggi anche Voto di scambio: da 10 a 15 anni di carcere

Voto di scambio: le novità

Il ddl (sotto allegato) si ricorda, mira a modificare la legge, introdotta nel 1992 da Giovanni Falcone, chiarendo e semplificandone l'interpretazione e inasprendo le pene per chi viene condannato.

Nello specifico, le modifiche riguardano:

- l'innalzamento della reclusione da 10 a 15 anni di carcere, come per l'associazione mafiosa;

- l'estensione del reato anche nel caso in cui l'accordo venga stipulato a mezzo di intermediari e non direttamente dal soggetto mafioso, nonché nel caso in cui non sia nota la relazione dell'interlocutore con l'organizzazione mafiosa;

- l'ampliamento della punibilità del reato anche nei casi in cui lo scambio non riguardi solo il denaro e ogni altra utilità, ma più in generale la disponibilità a soddisfare gli interessi o le esigenze dell'associazione mafiosa;

- l'irrogazione della pena accessoria dell'interdizione perpetua dai pubblici uffici per chi viene condannato.

Il nuovo art. 416-ter del codice penale

Il testo del nuovo art. 416-ter c.p. approvato oggi alla Camera è il seguente:

"ART. 416-ter. - (Scambio elettorale politico-mafioso). - Chiunque accetta, direttamente o a mezzo di intermediari, la promessa di procurare voti da parte di soggetti appartenenti alle associazioni di cui all'articolo 416-bis o mediante le modalità di cui al terzo comma dell'articolo 416-bis in cambio dell'erogazione o della promessa di erogazione di denaro o di qualunque altra utilità o in cambio della disponibilità a soddisfare gli interessi o le esigenze dell'associazione mafiosa è punito con la pena stabilita nel primo comma dell'articolo 416- bis".

L'aula non ha apportato altre modifiche all'impianto originario del disegno di legge.

Scarica pdf ddl voto scambio approvato Camera
(07/03/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com
In evidenza oggi:
» Droni: dal 15 dicembre obbligatoria l'assicurazione
» INI-PEC valido e attendibile: la Cassazione corregge il tiro

Newsletter f t in Rss