Al via il bonus del 50% per i registratori di cassa

L'Agenzia delle Entrate informa sull'avvio degli sconti fiscali per chi cambia il registratore di cassa e istituisce anche il codice tributo da indicare nel modello F24
vecchio registratore di cassa

di Redazione - Bonus del 50% per i registratori di cassa di nuova generazione. A comunicare l'avvio degli sconti fiscali è l'Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 49842/2019 (sotto allegato). Istituito anche il codice tributo ad hoc per consentire l'utilizzo in compensazione del credito di imposta.

  1. Bonus registratori di cassa
  2. Come ottenere il bonus
  3. Il codice tributo nel modello F24

Bonus registratori di cassa

Per l'acquisto o l'adattamento di un registratore di cassa di nuova generazione usato per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica degli scontrini, lo Stato offre un contributo pari al 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di 250 euro in caso di acquisto e di 50 euro in caso di adattamento.

Dal 1° gennaio 2020, infatti, chi effettua commercio al dettaglio dovrà memorizzare e trasmettere telematicamente alle Entrate i dati dei corrispettivi giornalieri, data anticipata al 1° luglio 2019 per gli esercenti con un volume d'affari superiore a 400 mila euro.

A dettare le istruzioni per fruire dell'agevolazione in modo semplificato è il provvedimento del direttore dell'agenzia n. 49842/2019.

Come ottenere il bonus

Il contributo è valido per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020. Viene concesso all'esercente come credito d'imposta, utilizzabile in compensazione tramite modello F24, a partire, ricordano le Entrate, "dalla prima liquidazione periodica dell'Iva successiva al mese in cui è stata registrata la fattura relativa all'acquisto o all'adattamento del misuratore fiscale ed è stato pagato, con modalità tracciabile, il relativo corrispettivo".

Il credito deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi dell'anno d'imposta in cui è stata sostenuta la spesa e nella dichiarazione degli anni d'imposta successivi, fino a quando se ne conclude l'utilizzo.

Il codice tributo nel modello F24

Con la risoluzione n. 33/2019 dell'1 marzo (sotto allegata), le Entrate hanno istituito anche il codice tributo ad hoc per consentire l'utilizzo in compensazione del credito di imposta. Il codice da indicare nel modello F24 è il numero 6899, denominato "Credito d'imposta per l'acquisto o l'adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all'Agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri - articolo 2, comma 6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127".

Si ricorda che il modello F4 deve essere presentato esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.

Scarica pdf provvedimento Ag. Entrate n. 49842/2019
Scarica pdf risoluzione Ag. Entrate n. 33/2019
(04/03/2019 - Redazione) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Reversibilità alla moglie anche senza mantenimento
» Condominio: il convegno di StudioCataldi.it a Roma
» Lo statuto dei lavoratori
» Riforma processo civile e penale: verso l'epilogo
» Mancata mediazione: i giudici non sanzionano e lo Stato perde milioni di euro
Newsletter f t in Rss