Sei in: Home » Articoli

La patrimoniale

Cos'è la patrimoniale, a chi e a cosa si applica, classificazioni, esempi, perché è ingiusta e le smentite del Governo sulla sua introduzione nel 2019
case portate via da onda oceano

di Annamaria Villafrate - Cos'è la patrimoniale di cui si è tornati a parlare in questi giorni, a chi e a che cosa si applica questa imposta, come sono classificabili queste imposte e in base a quali criteri, quali sono le principali patrimoniali previste dal nostro ordinamento, perché è così avversata e infine la smentita di Palazzo Chigi sulla notizia relativa ad una possibile introduzione di una patrimoniale nel 2019.

  1. Cos'è la patrimoniale
  2. Chi e cosa colpisce la patrimoniale
  3. Patrimoniale fissa e variabile
  4. Patrimoniale ordinaria e straordinaria
  5. Esempi di imposte patrimoniali
  6. Patrimoniale: giusta o ingiusta?
  7. Patrimoniale nel 2019? Governo smentisce

Cos'è la patrimoniale

La patrimoniale è un'imposta che, come si può intuire dal suo nome, colpisce il patrimonio del contribuente, sia esso di natura mobiliare che immobiliare. Essa quindi va a colpire semplicemente il possesso o la proprietà di un certo bene.

Occorre precisare che, trattandosi di un imposta e non di una tassa, essa non ha come contropartita la prestazione di un servizio. L'importo ricavato dalla sua applicazione, infatti, viene impiegato dallo stato o dall'ente locale che la riscuote, per fornire dei servizi nel tempo.

Ne consegue, per completezza, che le tasse sono importi che vengono riscossi per "pagare" in sostanza il relativo servizio che vanno a finanziare. Pensiamo alle tasse universitarie o a quelle sui rifiuti, necessarie per assicurare ai cittadini la raccolta e lo smaltimento dell'immondizia prodotta.

Chi e cosa colpisce la patrimoniale

L'imposta patrimoniale colpisce, come anticipato, il patrimonio mobiliare (obbligazioni, fondi, azioni, denaro, valori preziosi) e immobiliare (abitazioni, capannoni, magazzini, studi professionali, ecc) del contribuente, sia esso persona fisica che giuridica (ditte individuali, società di persone e di capitali, cooperative, associazioni, enti, ecc).

Essa viene definita soggettiva quando viene applicata al patrimonio mobiliare e immobiliare, ovvero alla ricchezza di un soggetto, reale quando invece la sua applicazione colpisce un bene particolare del contribuente.

In Italia non esiste una patrimoniale soggettiva di natura generale che colpisce la ricchezza accumulata dal contribuente nel suo complesso. Esistono piuttosto imposte che colpiscono beni mobili e immobili o determinate operazioni che li riguardano.

Patrimoniale fissa e variabile

L'imposta patrimoniale può essere applicata in due misure diverse:

  • fissa: l'importo della patrimoniale è uguale per tutti i contribuenti, senza distinzioni;
  • variabile: la somma da corrispondere a titolo di patrimoniale varia in base all'entità del patrimonio assoggettato. Nel momento in cui si introduce una patrimoniale di questo tipo, in genere si prevede anche una franchigia, ovvero un importo entro il quale non è prevista l'applicazione dell'imposta.

Basti pensare all'imposta patrimoniale sulle successioni. Applicata in misura variabile del 4, 6 e 8%, prevede diverse franchigie, pari a 100.000 euro, un milione di euro e infine 1,5 milioni di euro, prevista in favore di soggetti portatori di handicap, così come definiti dalla legge 104/1992. In questi casi, in sostanza, fino alle soglie d'importo indicate, l'imposta di successione non è prevista.

Patrimoniale ordinaria e straordinaria

La patrimoniale, per quanto riguarda la frequenza temporale di applicazione, può essere:

  • ordinaria o periodica: se il suo versamento è prevista una scadenza periodica, generalmente annuale (es: Imu);
  • straordinaria o una tantum: se il suo pagamento è previsto solo nel momento in cui si verifica l'evento a cui è legata (es. imposta sulle successioni).

Esempi di imposte patrimoniali

In Italia, al momento, sono diverse le imposte che vanno a colpire il patrimonio dei contribuenti. Ne costituiscono esempi tipici l'Imu, la Tasi, le imposte sui conti correnti, quelle sui prodotti finanziari, il bollo sui veicoli e i motoveicoli, il super bollo (ovvero l'addizionale erariale sulle tasse automobilistiche) sui mezzi di trasporto che denotano "ricchezza" come barche, aerei e auto superiori a 185 Kw. Ultimo, ma non meno importante, il canone Rai, ovvero la tassa sul possesso del televisore, tanto nota quanto odiata dalla stragrande maggioranza dei contribuenti.

C'è poi l'imposta di registro, che si applica agli atti soggetti a registrazione e a quelli che vengono presentati per la registrazione volontariamente (atti di trasferimento della proprietà o di diritti reali, contratti di affitto di aziende, verbali di locazione o affitto, ecc).

Patrimoniale: giusta o ingiusta?

Da sempre le imposte patrimoniali sono considerate ingiuste perché, contrariamente a quelle che vanno a gravare sui redditi, non necessariamente colpiscono solo i "ricchi". Pensiamo a un soggetto che alla morte dei genitori eredita magari la casa di famiglia, costruita negli anni e sulla quale, per forza di cose, sono già state pagate delle tasse (es: l'Iva sui materiali acquistati per costruirla e sul compenso dell'impresa che l'ha edificata). Ecco in queste ipotesi, va da sè che il nuovo proprietario dell'immobile, non è detto che sia "ricco", nel senso proprio del termine. Anzi, il più delle volte si tratta di persone con uno stipendio normalissimo, costrette a pagare delle imposte che non risultano sempre proporzionate alla loro capacità contributiva.

Patrimoniale nel 2019? Governo smentisce

Chiarite le ragioni per le quali l'introduzione di una nuova patrimoniale sarebbe da scongiurare, si riferisce che, nonostante le rassicurazioni del Governo, la stampa avrebbe diffuso delle indiscrezioni, secondo le quali l'esecutivo vorrebbe introdurre una patrimoniale immobiliare, al fine di recuperare risorse per attuare le misure promesse.

Palazzo Chigi, tuttavia, ha smentito categoricamente l'intenzione di intervenire con una tassa riguardante il patrimonio immobiliare. "L'illazione - ha precisato in una nota la presidenza del Consiglio - alimentata da alcuni mezzi di informazione, è assolutamente infondata". Per ora, dunque, pare si possa stare tranquilli.

Leggi anche:

- Ecco perché l'IMU deve considerarsi illegittima

- Imu e Tasi: facce della stessa medaglia?


(07/02/2019 - Annamaria Villafrate) Foto: 123rf.com

In evidenza oggi:
» Avvocati: arriva l'abolizione dell'esercizio effettivo della professione?
» Cefalea malattia sociale: arriva l'assegno d'invalidità
» Anac cerca avvocati
» Navigator: ecco il bando. Domande fino all'8 maggio
» Cefalea malattia sociale: arriva l'assegno d'invalidit
Newsletter f t in Rss